Non c’è pace per il Salone di New York. La rassegna americana (in programma dal 20 al 29 agosto) è stata cancellata per la quarta volta consecutiva a causa dell’aumento di casi di Covid negli Stati Uniti legati alla variante Delta.

Il Salone, originariamente previsto per la primavera 2020, era stato riprogrammato ad agosto 2020 e successivamente rinviato alla primavera 2021 e, ancora, ad agosto 2021. Al momento, la nuova data è fissata ad aprile 2022.

C’è ancora speranza per Las Vegas e Los Angeles

Non sappiamo come la cancellazione del Salone cambierà i piani delle Case. Possiamo immaginare, comunque, che almeno una parte delle nuove auto verrà presentata lo stesso nelle prossime settimane attraverso video speciali e comunicati dedicati.

Mark Schienberg, il presidente del comitato organizzatore del Salone, spiega la decisione:

“E’ con grande delusione che comunichiamo la cancellazione dell’evento. La scelta è dovuta alla crescente incidenza della variante Delta del Covid-19 e alle conseguenti misure restrittive comunicate dallo Stato di New York per arginarne la diffusione”.

Il prossimo appuntamento americano resta, al momento, il SEMA di Las Vegas dal 2 al 5 novembre. Successivamente, dal 19 al 28 novembre, non dovrebbe mancare il Salone di Los Angeles.

I debutti rinviati

Il rinvio del Salone di New York rappresenta una doccia fredda per gli appassionati di auto di tutto il mondo. Durante l’evento avrebbero dovuto debuttare tanti modelli molto attesi, a partire dalla nuova Subaru WRX, già svelata nelle scorse settimane con un teaser. Sempre a proposito di sportive, il 17 agosto sarebbe stato il giorno della Nissan 400Z, l’erede della 370Z che purtroppo non arriverà in Europa.

Nissan Z Proto
Nissan Z Concept
Nuova Subaru WRX, le foto spia
Nuova Subaru WRX, le foto spia

Il programma avrebbe previsto anche l’anteprima mondiale della Hyundai Elantra N, l’affilata e potente berlina coreana equipaggiata con lo stesso 2.0 turbo di i30 N e Kona N.

A New York avremmo dovuto vedere dal vivo anche la Jeep Grand Cherokee 4xe, nell’inedita versione ibrida plug-in.