I “comuni mortali” collezionano, ad esempio, fumetti o modellini. I più fortunati hanno una collezione privata di auto storiche e moderne. Pochissimi al mondo, invece, possiedono un carro armato della seconda guerra mondiale. Avere in garage un mezzo di questo tipo, però, potrebbe creare qualche problema legale ed è effettivamente quello che è successo ad un 84enne tedesco.

La “collezione-magazzino”

Il pensionato è un ricco collezionista di memorabilia risalenti alla seconda guerra mondiale. Nell’inventario dell’uomo si trovano anche un cannone anti-aereo, un missile, tanti oggetti legati al mondo militare nazista e un carro armato Panther.

In qualche modo, le autorità tedesche sono venute a conoscenza della collezione dell’uomo nel 2015 e hanno effettuato un vero e proprio blitz nell’abitazione.

La legge tedesca, infatti, è piuttosto severa in materia di armi di guerra, per le quali è necessaria una specifica licenza. Così, in un primo momento le autorità hanno comminato una pena di 14 mesi da scontare in prigione e una multa di 250 mila euro.

Uno spalaneve d’assalto

Il processo è andato avanti fino alle scorse settimane e si è risolto nel migliore dei modi per il pensionato. La tesi della difesa è che le armi rappresentino più un pezzo da museo che una vera minaccia alla sicurezza nazionale. Del resto, l’uomo non ha mai utilizzato missili o cannoni per risolvere le sue questioni personali.

Tuttavia, nel corso del processo ha ammesso di aver guidato il carro armato una sola volta come spalaneve nel corso di un inverno particolarmente rigido. A tal proposito, crediamo che vedere un Panther usato per togliere la neve dal proprio passo debba essere uno spettacolo piuttosto unico al mondo.

Alla fine le autorità hanno dato ragione alla difesa invalidando la detenzione in prigione e il pagamento della multa. L’uomo dovrà comunque vendere o donare la propria collezione entro due anni e diversi musei statunitensi si sono già fatti avanti con alcune proposte.

Per evitare situazioni spiacevoli, comunque, è meglio pensare ad hobby più "tranquilli". Vengono in mente la collezione delle 5 hypercar Ferrari o i modellini Lego Speed Champions. Almeno così si evita qualche viaggio in tribunale.