Due speciali Lamborghini Aventador per la Corea del Sud. Dopo tour speciali e vendite in crescita in Giappone e Cina, la Casa di Sant’Agata continua a conquistare l’Oriente con dei modelli personalizzati pensati e studiati per richiamarsi alla tradizione coreana. Dotate di uno stile esclusivo, le supercar emiliane sono mosse sempre dal potentissimo 12 cilindri.

L’unione di Italia e Corea del Sud

La serie ultra-limitata riguarda due esemplari di Aventador S Roadster che sono stati sviluppati in collaborazione con Lamborghini Seoul. Il Centro Stile, il “cuore” pulsante del design Lamborghini, ha lavorato a stretto contatto coi colleghi coreani per realizzare una speciale livrea che unisse lo spirito della Corea del Sud con quello dell’Italia.

Lamborghini Aventador S Roadster, la serie speciale per la Corea del Sud
Lamborghini Aventador S Roadster, la serie speciale per la Corea del Sud
Lamborghini Aventador S Roadster, la serie speciale per la Corea del Sud

Il verde e il blu dei due esemplari sono due colori molto ricorrenti nella cultura coreana. Il Verde Ocno simboleggia “’l’attitudine accogliente dei coreani”, mentre il Blu Emera rappresenta “intelligenza e saggezza”.

Inoltre, il cofano anteriore, le portiere e il paraurti posteriori sono decorati con un motivo elaborato che ricorda le tipiche finestre coreane caratterizzate da un continuo incrocio di linee verticali e orizzontali.

Nell’abitacolo troviamo il Bianco Leda che crea un forte contrasto cromatico con gli esterni.

Il V12 non cambia

Il cofano delle Lamborghini “coreane” presenta i due trigrammi della bandiera nazionale, ovvero il Geon e il Gam. Sotto di esso c’è un “classico” V12 aspirato da 740 CV. Il 6.5 sprigiona 690 Nm di coppia a 5.500 giri e porta l’Aventador da 0 a 100 km/h in 3 secondi e a 200 all’ora in 9 secondi. La velocità massima, invece, è di 350 km/h.

Francesco Scardaoni, il direttore Lamborghini per l’area Asia-Pacifico, toglie i veli alle nuove “Lambo”:

“Questa serie speciale sottolinea l’importanza del mercato coreano per la Casa. I modelli evidenziano i simboli che rendono ricca la cultura e la tradizione della Corea del Sud esaltando l’orgoglio nazionale del Paese”.

Segue il commento di Frank Steinleitner, il direttore di Lamborghini Seoul:

“Insieme al Centro Stile abbiamo sviluppato questi esemplari unici disponibili solo in Corea del Sud. Non vediamo l’ora di presentare altri modelli esclusivi per i clienti coreani”.

Fotogallery: Lamborghini Aventador S Roadster, la serie speciale per la Corea del Sud