Un sito di informazione cinese, chiamato 36 krypton, ha lanciato una notizia che, se vera, sarebbe veramente di peso visto il calibro dei soggetti coinvolti: Volkswagen e Huawei si starebbero alleando per dare vita a una joint venture impegnata nello sviluppo della guida autonoma.

In base ai dettagli riportati, il Gruppo tedesco deterrebbe la maggioranza della nuova società, mentre il colosso tech cinese si concentrerebbe sullo sviluppo tecnologico. Un piano decisamente intrigante, peccato solo che manchi un elemento fondamentale: la conferma dei diretti interessati.

Ma Huawei smentisce

Lo stesso 36 krypton, nella notizia che campeggia da qualche ora in testa al sito (qui sotto uno screenshot tradotto della homepage), scrive che dopo aver chiesto conferma delle informazioni ricevute da “persone vicine alla questione”, Huawei avrebbe stemperato la questione smentendo lo scoop. Eppure, la notizia continua a essere rilanciata da altri organi di stampa attenti alle vicende cinesi.

external_image

C’è di più. La testata riferisce che non solo la trattativa procederebbe piuttosto spedita secondo le fonti consultate, ma anche che sarebbero diversi i tecnici fra i più esperti di Huawei coinvolti nell'ipotetico progetto. A loro si unirebbe anche Su Jing, ex capo della divisione prodotti per la guida autonoma della big cinese.

Audi in prima linea

Su Jing era stato rimosso dal suo ultimo incarico a fine luglio, dopo aver commentato, in modo decisamente forte, l’indagine che riguarda gli incidenti per il quale è finito sotto la lente l'Autopilot Tesla.

Ora, però, Su Jing potrebbe essere pronto a tornare in campo per un’avventura nuova e di enorme prestigio. Le soluzioni individuate da Huawei potrebbero avere una corsia preferenziale di sviluppo con Audi, con cui il gigante tech avrebbe stretto una partnership specifica all’interno del Gruppo tedesco. Sempre ammesso che sia tutto vero.