Ci siamo. Dopo via libera della Corte dei conti arriva la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del decreto che regola gli incentivi auto 2022, che potete trovare in allegato in forma integrale in fondo a questo articolo. 

Ultimo passaggio burocratico che permetterà di fatto di acquistare un'auto usufruendo degli sconti statali, anche se manca ancora l’attivazione della piattaforma per le prenotazioni, non un dettaglio ma elemento essenziale per permettere alle concessionarie di inserire i contratti stipulati e ricevere l'ecobonus, basato sempre sulle emissioni di CO2, fino a un massimo di 135 grammi per chilometro. Ma come funzionano i nuovi incentivi auto?

Da 2.000 a 5.000 euro

Finanziati con un tesoretto da 650 milioni di euro – fra gli 8,7 miliardi messi sul piatto dal Governo per il settore fino al 2030 –, gli incentivi auto 2022 prevedono un taglio al prezzo della vettura che va da un minimo di 2.000 euro a un massimo di 5.000 euro.

La cifra dipende dal tipo di auto che si acquista (elettrica, plug-in, ibrida, benzina, diesel, metano, Gpl) e dall’eventuale rottamazione di una vettura con classe ambientale fino a Euro 5 e di proprietà dell’acquirente da almeno 12 mesi.

Incentivi auto 2022 - I modelli con emissioni 0 - 20 g/km da acquistare  

La nuova vettura deve essere una Euro 6. Sono poi previsti due limiti di spesa, di 35.000 e 45.000 euro (Iva esclusa), che variano in base al sistema di alimentazione. Le regole valgono anche per la locazione finanziaria. I contributi per elettriche e ibride plug-in sono validi anche per le aziende che offrono servizi di car sharing, con vincolo di proprietà di 24 mesi.

Incentivi auto 2022 - I modelli con emissioni 21 - 60 g/km da acquistare  

Qui sotto trovate una tabella riassuntiva di tutto ciò che c’è da sapere. Ricordiamo che a rientrare nella fascia emissiva 0-20 g/km CO2 sono le auto elettriche pure e le ibride plug-in più efficienti; in quella 21-60 g/km CO2 ci sono le sole ibride plug-in e in quella 61-135 g/km CO2 tutte le altre (ibride, benzina, diesel, metano, Gpl). Per approfondire potete anche consultare la nostra guida.

Incentivi auto 2022 - I modelli con emissioni 61 - 135 g/km da acquistare  

Incentivi auto 2022, la tabella

Emissioni di CO2 0-20 g/km 21-60 g/km 61-135 g/km
Senza rottamazione 3.000 euro 2.000 euro -
Con rottamazione 5.000 euro 4.000 euro 2.000 euro
Limite di spesa 35.000 euro
(esclusa IVA, IPT e messa su strada)
[42.700 euro con IVA]
45.000 euro
(esclusa IVA, IPT e messa su strada)
[54.900 euro con IVA]
35.000 euro
(esclusa IVA, IPT e messa su strada)
[42.700 euro con IVA]
Fondi disponibili 220 milioni di euro 225 milioni di euro 170 milioni di euro

I soldi sul piatto

La speranza del mondo dell'industria è che i nuovi incentivi auto possano finalmente arginare l'emorragia che sta vedendo il mercato auto in continua perdita, con immatricolazioni sempre in rosso. È anche per questo motivo che l'esecutivo ha già programmato gli incentivi fino al 2024, con questi fondi messi a disposizione:

  • 0-20 g/km CO2: 230 milioni nel 2023 e 245 milioni nel 2024
  • 21-60 g/km CO2: 235 milioni nel 2023 e 245 milioni nel 2024
  • 61-135 g/km CO2: 150 milioni nel 2023 e 120 milioni nel 2024

Il fatto poi che gli incentivi partano prima della messa online del nuovo portale per le prenotazioni fa crescere i timori per un possibile click day, visto che in questa fase si sono inevitabilmente affastellati molti contratti di acquisto, pronti per essere finalizzati non appena le risorse saranno materialmente messe a disposizione sulla nuova piattaforma.

Ma anche altri due aspetti hanno sollevato dubbi sull'operatività dei bonus: il limite massimo dei 180 giorni per la consegna della vettura, difficili da rispettare considerati gli attuali colli di bottiglia produttivi, e il vincolo dei 12 mesi alla proprietà dell'auto. Su questi temi si aspetta una risposta.

Incentivi 2022, non solo auto

Gli incentivi 2022 non riguardano unicamente le auto, ma anche:

Veicoli commerciali

Devono essere di categoria N1 e N2, nuovi di fabbrica, 100% elettrici e deve essere rottamato un veicolo omologato in una classe inferiore ad Euro 4. In questo caso gli incentivi sono pari a:

  • 4.000 euro per i veicoli N1 fino a 1,5 tonnellate
  • 6.000 euro per i veicoli N1 superiori a 1,5 tonnellate e fino a 3,49 tonnellate
  • 12.000 euro per i veicoli N2 da 3,5 tonnellate fino a 7 tonnellate
  • 14.000 euro per i veicoli N2 superiori a 7 tonnellate e fino a 12 tonnellate 

Ciclomotori e motocicli elettrici e ibridi

Di categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7

  • Contributo pari al 30% del prezzo di acquisto, fino al massimo 3.000 euro senza rottamazione
  • Contributo pari al 40% del prezzo fino a 4.000 mila euro se viene rottamata una moto in una classe da Euro 0 a 3

Ciclomotori e motocicli termici

Devono essere nuovi di fabbrica, di categoria L1e, L2e, L3e, L4e, L5e, L6e, L7)

  • Contributo del 40% del prezzo, a fronte di uno sconto del venditore del 5%, con prezzo massimo di 2.500 euro.
Il Dpcm sugli incentivi auto 2022