Sobria nello stile e rivista nella tecnica rispetto alla serie precedente, complice l’asse posteriore non più a ruote indipendenti (c’è una meno raffinata barra di torsione), la quinta generazione della Escort è ricordata soprattutto per la rabbiosa versione Cosworth del 1992, una bomba costruita per i rally con motore 2.0 turbo da 227 CV, il 4x4 e un iconico alettone posteriore.