A portarsi a casa la sfida è la Zenvo TSR-S, dotata di un sofisticato sistema di aerodinamica attiva. L’aerokit p sviluppato da Kasper Damkjær ed è composto da un alettone posteriore centripeto (centripetal wing).

Ci sono due assi di rotazione che permettono all’appendice posteriore di assumere angolazioni specifiche in funzione dell’angolo di curva e della velocità di approccio, nonché di roteare in senso longitudinale per fungere da “freno pneumatico” al termine dei rettilinei.