Lo scorso giugno, Ford ha lanciato la nuova Puma ma chi si aspettava il ritorno sulle scene della leggendaria piccola coupé degli Anni '90, potrebbe esser rimasto deluso. Certo, la Puma è tornata, ancora una volta assemblata su base Fiesta, ma questa volta sotto forma di un piccolo crossover.

Dato che negli ultimi tempi anche i mini-SUV stanno vendendo molto bene, era solo questione di tempo prima che la versione ST della Puma arrivasse sul mercato. Specialmente alla luce del successo riscosso con la Fiesta ST, che ha sviluppato una base assolutamente eccezionale. Le differenze con un normale Puma con pacchetto ST-Line sono trascurabili. Nella parte anteriore c'è uno splitter aggiuntivo, mentre due terminali di scarico fanno capolino nella parte posteriore.

Per quanto riguarda la propulsione, la Puma ST attingerà alle conoscenze messe in campo per la Fiesta più sportiva. Ciò significa: turbo a tre cilindri da 1,5 litri come suggerisce l'intercooler più grande che si intravede dietro la griglia del radiatore, con 200 CV e coppia massima di 290 Nm, probabilmente con cambio manuale a sei marce e trazione anteriore. Lo sapremo ufficialmente alla fine di settembre quando verrà svelata in prima mondiale.