La storia del secondo modello di questa selezione è ancora più curiosa. Le sue radici affondano alla fine degli anni '20, quando Ettore Bugatti e il figlio maggiore Jean decisero di costruire per il più giovane erede Roland un modello più piccolo della Bugatti Type 35, un'auto sportiva di grande successo che vinse quasi tutte le gare fin dal suo debutto nel 1924.

L'automobilina lunga 1,8 m (la scala è 1:2) alimentata da un motore elettrico da 3,5 CV (e questo nel 1927, dannazione!) ha attirato talmente tanto interesse che la famiglia ha dovuto produrre circa 500 pezzi.

Bugatti ha deciso di rispolverare la Bugatti Baby nel 2019 in occasione della celebrazione del 110° anniversario del marchio con le prime auto che hanno iniziato a essere vendute ai clienti un anno dopo.

La Casa ha in realtà aumentato un po' la scala della vettura portandola a circa due terzi del'originale (lunghezza circa 2,8 metri) e dotandola di motore elettrico con una potenza di 13,6 CV.