Porsche Panamera S E-Hybrid, 24 ore a bassi consumi

Avete mai pensato a una Porsche Panamera come una vettura parca nei consumi e ideale per contenere le spese? Difficile, conoscendo la storia della casa tedesca, ma noi siamo stati in grado di appurarlo attraverso una competizione particolare, volta a raggiungere le massime prestazioni della vettura per quanto riguarda il risparmio nelle emissioni di CO2 e di carburante, mantenendo però un'andatura consentita dal Codice della Strada italiano. Inutile negarlo, quando si pensa a un'ibrida non ci si aspetta certo una vettura dalle prestazioni esasperate, ma consumi degni della soddisfazione che si prova a portarla al limite appena è possibile. Noi siamo stati al volante di una Panamera S E-Hybrid e abbiamo avuto l'occasione di verificarne l'efficienza nella 24 Hours Challenge, gara di durata lunga un giorno dedicata ai bassi consumi che si è svolta a Rimini nell'ambito di H2R ad Ecomondo. Il nostro turno di guida è arrivato alle 23:11. La Panamera era fuori dall'albergo ad aspettarci con i fari a led e motore acceso, muta, come se fosse spenta. In realtà ci stava mostrando la prima caratteristica riconoscibile di un motore elettrico: la silenziosità.


In città anima lieve, fuori domina l'ibrido


Appena seduti nell'abitacolo salta subito all'occhio la console dell'infotelematica, che ci segnala la strada da percorrere nel corso delle due ore del nostro turno di gara. Il volante è ben sagomato e piccolo, che ne rivela il DNA Porsc...