Renault Kadjar restyling, l’anti Qashqai alla francese

Il mercato chiama e Renault risponde. Dopo tre anni dall’arrivo sul mercato è giunto il momento del classico restyling di metà carriera anche per la Renault Kadjar, crossover compatto di segmento C parente stretto della Nissan Qashqai con cui condivide piattaforma e motori. Cambia - anche se di poco - nel look, adesso più sportivo e accattivante, e migliora nei contenuti, con più tecnologia e una miglior sensazione di qualità percepita all’interno. Nuova anche l’intera gamma motori benzina e diesel, tutti omologati Euro 6d-TEMP e abbinabili al cambio automatico a doppia frizione EDC. Volendo si può optare anche per la trazione integrale.

Com’è

Ammettiamolo, solo i più attenti noteranno le novità introdotte con il restyling della Renault Kadjar. Le dimensioni esterne cambiano di poco: il crossover cresce di 4 cm in lunghezza, tocca ora i 4,49 metri, ma non cambiano le misure di altezza e larghezza, rispettivamente di 1,61 e 1,84 m. Il passo rimane invariato così come la capacità del bagagliaio, che parte da un minimo di 472 per arrivare a sedili abbattuti a 1.478 litri. La soglia di carico è un po’ alta ma, spostando il doppio fondo, c’è tanto spazio per riporre oggetti lontano da occhi indiscreti.

Test Renault Kadjar 2019

All’esterno le modifiche si concentrano sul frontale e sul nuovo design dei cerchi da 19”; la griglia anteriore con listelli cromati a sviluppo orizzontale è stata ingrandita – adesso è più elegante –, e il paraurti in tinta con la carrozzeria (e non più in plastica grezza) ingloba...