La più modaiola delle city car gode di un successo affermato che conquista le donne, anche grazie agli optional (a pagamento)

La Lancia Ypsilon non ha certo bisogno di presentazioni. La city car italiana è ben affermata nel nostro paese, dove è ancora al quarto posto tra le auto più vendute, e piace molto alle donne, che la scelgono soprattutto per lo spirito modaiolo. Quando si parla di personalizzazione dell’auto è impossibile non pensare a lei, che è stata pioniera in questo campo, lanciando anche diverse edizioni speciali. Tra le più recenti ci sono la ELLE e la 30esimo anniversario, che rappresentano da un lato il suo forte legame con il mondo femminile e dall’altro la sua longevità. L’abbiamo quindi sottoposta alla prova del #perchecomprarla.


Pregi e difetti


La Lancia Ypsilon è un progetto bel collaudato che si può scegliere praticamente su misura grazie alle numerose opzioni disponibili. Sa adattarsi ai lunghi viaggi, ma dà il meglio di sé in città grazie alla funzione City, per manovre peso piuma, e al Magic Parking, l’optional che insieme ai sensori per il parcheggio facilita la vita agli automobilisti più pigri. La grafica della strumentazione però è piuttosto piccola ed il navigatore integrato non c’è, inoltre chi siede dietro ha poco spazio.


Qual è la migliore?


Le versioni della Ypsilon sono così tante che c’è l’imbarazzo della scelta. Oltre alle serie speciali ci sono numerosi pack di personalizzazione, dipende quindi dai propri gusti. Parlando invece di motorizzazioni, per un uso prevalentemente cittadino la 1.2 da 69 CV è un buon compromesso. Chi percorre molti chilometri, sia in città che fuori, può prendere in considerazione la Ypsilon a metano: a fronte di un prezzo iniziale più alto ha costi di gestione interessanti ed è vantaggiosa anche quando si parla di blocchi del traffico.

Fotogallery: Con l'iPad sulla nuova Lancia Ypsilon