Quando si parla di grandi SUV vengono in mente auto costose e probabilmente tedesche. Ma esistono alternative di sostanza con un rapporto qualità/prezzo più competitivo. E' il caso dell'ultima generazione della Kia Sorento che si propone come SUV di taglia XL (sfiora i 4,8 di lunghezza) che non rinuncia a nulla in termini di confort, rifiniture ed equipaggiamenti tecnologici strizzando l'occhio alle famiglie che hanno bisogno di tanto spazio. Compresi, eventualmente, i 7 posti. Ma le buone ragioni per valutare questa coreana sono anche altre che vi riassumiamo in questa video-prova del #perchecomprarla.


Pregi e difetti


La qualità della terza generazione della Sorento è di ottimo livello. La plancia ha un impostazione moderna e originale con questa forma bombata che da un senso generale di accoglienza e solidità. I comandi sono ben spaziati e tutti al posto giusto. I materiali sono di ottima qualità, con plastiche sempre morbide al tatto o addirittura rivestite in pelle. Per chi sta dietro c’è anche una presa USB e i sedili riscaldabili. Il sistema di infotainment è composto da un moderno touch screen capacitivo da otto pollici facile da utilizzare con i bottoni fisici che governano le funzioni del menu, che comprende anche la radio digitale DAB, il navigatore, il telefono e la connettività Bluetooth, USB e AUX. Il navigatore funziona bene e può contare anche sui controlli vocali che sono precisi, ma non sempre velocissimi. Ottima la resa dell’impianto hi-fi Infinity con 10 altoparlanti, di serie sull’allestimento top di gamma. I difetti: consumi non proprio bassi (12,5 litri ogni 100 chilometri in città, 9 fuori città e 8 in autostrada con il cambio automatico), anche se i risultati con il manuale a cinque marce migliorano sensibilmente. Il freno a mano elettrico ha la funzione “hold” che tiene ferma la macchina al semaforo ma non è sincronizzato con lo start&stop: rilasciando il pedale del freno, il motore si riaccende con la macchina ferma, il che ne vanifica un po' la funziona. Infine, in autostrada, i grandi retrovisori generano qualche fruscio aerodinamico.


Qual’è la migliore?


La Sorento Loft è in assoluto la versione più concreta per un uso familiare e probabilmente sarà quella più scelta dai clienti: ha il prezzo più basso della gamma (circa 36.500 euro, con cambio manuale e trazione anteriore) ed è l’unica disponibile con sette posti. Il cambio automatico (quasi d'obbligo per questo genere di SUV) è optional a 2.000 euro. Se vi serve la trazione integrale e vi interessa anche l’equipaggiamento di livello superiore dovete scegliere la versione Feel. L’esemplare che ho provato è il top di gamma Rebel e costa circa 49.000 euro. Per tutte le versioni sono offerti i sette anni di garanzia o 150 mila Km.

Fotogallery: Nuova Kia Sorento: il grande SUV cresce