Tra i 100 e i 150 Km di autonomia reale per l'elettrica più venduta. Comfort di marcia al top e ottima abitabilità interna

I limiti delle auto elettriche sono ben noti: autonomia relativamente bassa e tempi di ricarica lunghi. Ma il fatto che la Nissan Leaf sia l'auto a batterie più venduta al mondo la rende molto interessante, perciò in questo #perchecomprarla l'abbiamo messa alla frusta in diverse situazioni per capire quanto sia una valida alternativa alle auto convenzionali.


Pregi e difetti


Guardandola da fuori si potrebbe scambiare per un'auto appunto convenzionale: niente colorazione in verde ecologico o blu marino, è una compatta come tante altre. Alcuni dettagli la rendono...particolare, come la forma del frontale e dei fari che sono stati studiati per renderla più aerodinamica possibile e per ridurre il rumore dentro l'abitacolo oppure il posteriore appositamente modellato per evitare fastidiosi vortici d'aria. Estetica al servizio dell'efficienza quindi e sarà proprio l'anima "verde" della Leaf a spingere i clienti a sceglierla, piuttosto che l'estetica. Anche gli interni non rivelano grosse sorprese per chi non è abituato ad una elettrica, tranne per il cruscotto (poco moderno nella grafica) che include tutte le informazioni di marcia: autonomia residua, tensione delle batterie, livelli di energia utilizzata in tempo reale e quella recuperata in frenata. Le analogie tra le auto a combustibile e le elettriche finiscono qui perchè dopo poco tempo si intuisce subito cosa abbia reso questa auto così apprezzata nel mondo. Infatti, tralasciando la silenziosità che è tratto distintivo di quasi tutte le elettriche, si apprezzano la comodità dei sedili e la fluidità dell'assetto sulle buche che permette anche qualche scorazzata tra le curve strette perchè grazie all'importante peso delle batterie (250 Kg) montato sotto il pianale il baricentro è basso e non incide sulla tenuta di strada che è ottima. I difetti. Inutile negarlo, viene subito in mente l'autonomia non esagerata e il fatto che non si possa fare rifornimento in pochi minuti. E' vero, questo è un difetto di ogni elettrica ma rimane il principale ostacolo al suo acquisto al di là del prezzo di acquisto poco "popolare" e del fatto che l'abitacolo della Leaf abbia rivestimenti interni troppo rigidi.


Qual è la versione migliore?


Per rendere l'acquisto più conveniente possibile io punterei sulla versione base Visia che ha un prezzo di attacco di 24.790 euro con batterie a noleggio mensile (il canone varia a seconda delle mensilità di noleggio e dei Km fatti all'anno) perchè ha già molti accessori utili. Mancano alcune cose come il navigatore ma considerate che ogni accessorio in più, quando usato, abbassa l'autonomia percorribile e per un'auto per lo più cittadina può essere sostituito magari dalle mappe dello smartphone.

Fotogallery: Auto elettriche, da che parte sta la storia?