L'utilitaria francese è una delle poche a zero emissioni, ma il suo progetto sconta l'età avanzata

Ridurre l'inquinamento acustico è un impegno che rientra spesso nei programmi delle amministrazioni cittadine. Le variabili in gioco, però, sono molteplici: guidatori poco assennati, costanti lavori in corso e un livello di educazione civica non sufficiente rendono le nostre strade una vera e propria giungla. Questa è la realtà. Nella teoria si possono immaginare città dove circolano solo automobili elettriche, che non emettono sostanze inquinanti e non producono alcuna forma di rumore, azzerando così l'impatto sonoro dei loro motori. Lo abbiamo immaginato guidando la Citroen C-Zero, utilitaria a zero emissioni protagonista oggi del nostro "perché comprarla": la francesina ha linee esterne molto elaborate, un corpo vettura dalla lunghezza ideale (3,48 m) per renderla sgusciante nel traffico e una buona reattività al comando dell'acceleratore.


Pregi e difetti


La C-Zero verrà ricordata come una fra le primissime automobili elettriche per la città. Nasce da un progetto sviluppato insieme a Mitsubishi e Peugeot, partito una quindicina di anni fa, la cui anzianità si riflette nella scelta dei materiali interni: gli assemblaggi sono buoni e non si avvertono scricchiolii, ma le plastiche sono durette. L'utilitaria rimane ancora oggi molto personale e d'impatto, grazie alla sua forma ad ovetto e alla proporzioni inusuali: l'assenza di motore termico e cambio hanno permesso ai tecnici di posizionare le ruote alle estremità della carrozzeria. Il bagagliaio ha una capacità minima di 166 litri, appena sufficiente, e lo spazio per chi siede dietro non è certo da primato. La Citroen è dotata di sospensioni morbide e assorbe con disinvoltura le asperità della strada, l'angolo di sterzata è molto contenuto e la risposta dell'assetto non è malvagia per un'automobile prettamente cittadina.


Quale scegliere


Il listino della Citroen C-Zero si rivela molto asciutto: è disponibile soltanto una versione, gli unici optional a pagamento sono la vernice perlata o metallizzata e il prezzo base si attesta a 30.500 euro. Di serie vengono forniti i cerchi da 15 pollici, il climatizzatore semi-automatico e l'airbag per le ginocchia del conducente, ma non è previsto un vero e proprio sistema multimediale. Le batterie sono posizionate sotto il pavimento e garantiscono un'autonomia nel traffico di 50/60 km, ma guidando con attenzione è possibile oltrepassare i 100 km: in tal caso, però, bisogna tener spenti il climatizzatore e gli altri dispositivi elettronici. Le pile si ricaricano in un tempo compreso fra 6 e 11 ore, a seconda dell'impianto elettrico scelto.

Fotogallery: Citroen C-Zero Van: le prime in Europa a Wind