Non solo tecnica e stile. Massimo ha messo alla prova anche tutta la tecnologia ed il sistema infotainment della Infiniti Q30

Con gli smartphone abbiamo sempre il mondo in tasca, musica compresa. Musica che ci segue ovunque, auto compresa, con la possibilità di “spararla” tramite le casse dell’impianto audio. Ma ci sono casse e casse e anche se l’antico adagio dice “chi si accontenta gode”, guidare accompagnati da un impianto audio in grado di riprodurre fedelmente e con qualità ogni tipo di musica. Ecco quindi che fioriscono sempre più modelli “griffati” dai grandi nomi del mondo degli hi-fi, ma a volte capita che oltre il nome ci sia poco o niente. La Infiniti Q30 non fa parte di questo gruppo.

Alta fedeltà

Sparse per l’abitacolo (e non solo) ci sono infatti 10 casse firmate Bose, con un subwoofer nel bagagliaio, tweeter sui montanti anteriori, un'altra cassa sistemata sulla parte superiore della plancia per far rimbalzare il suono sul parabrezza e “accarezzare” le orecchie di tutti gli occupanti. Ogni cassa non solo è creata per riprodurre al meglio il suono, ma è sistemata nella posizione migliore per creare un effetto da sala da concerti capace di tirare fuori il meglio anche dallo streaming bluetooth, spesso soggetto a perdita di qualità. Che siano file memorizzati su un iPod, sullo smartphone, su una chiavetta usb o su un CD, la fedeltà di riproduzione è assicurata.

Infiniti Q30 Garage, come una sala da concerto
Infiniti Q30 Garage, come una sala da concerto

Musica in sicurezza

Ascoltare la musica in un certo modo non è chiaramente l’unica cosa importante: ancora più fondamentale è farlo in sicurezza, con la tecnologia a vegliare su di noi. Tecnologia che sulla Infiniti Q30 ha occhi ovunque, per una visuale a 360° per mostrarci sul monitor del sistema di infotainment tutto quello che avviene intorno alla compatta giapponese. Un sistema che non sempre è disponibile in questo segmento ma che, sulle versioni più ricche della Q30, è di serie e si rivela un prezioso alleato per quando capita di doversi infilare in parcheggio apparentemente “impossibili” e per tenere d’occhio eventuali pericoli e ostacoli. 

Leggi anche:

Vai allo Speciale:

Se il nostro test vi ha convinto, mettete alla prova l'Infiniti Q30

Gallery: Infiniti Q30, come una sala da concerto