Abbiamo provato la piccola peste del Fulmine, che diverte con un occhio al comfort

Forse non tutti lo sanno, ma dietro le letterine GSi – Grand Sport injection, un gradito ritorno, per gli affezionati del fulmine, già con la Insignia – c'è soprattutto il signor Volker Strycek: senza il suo “sì”, non esce alcuna Opel sportiva dai cancelli della fabbrica. Pilota di lungo corso (vincitore della 24 ore del Nurburgring nel 2003 con la Astra V8) è l'uomo delle sportive Opel. Ed è anche grazie a lui che la Casa di Russelsheim ha “creato” la Opel Corsa GSi.

Com'è

Il banco di prova preferito, forse è perfino inutile specificarlo, si chiama Nordschleife: qui, la Corsa GSi si è affinata. Oltre alle modifiche alla carrozzeria, come il muso più minaccioso, gli inserti in carbon look sparsi qua e là, l'alettone posteriore e il tubo di scarico cromato, questa Corsa anabolizzata è cambiata soprattutto sottopelle. L'ossatura è quella di sempre, ma non mancano interessanti aggiunte. Prima fra tutte, il 1.4 turbo benzina (in regola con la Euro 6d-TEMP) da 150 CV e 220 Nm fra i 3.000 e i 4.500 giri, accoppiato ad un cambio manuale a 6 marce: ciò significa 0-100 km/h in 8,9 secondi e 207 km/h di punta. E poi c'è il telaio, che ha ricevuto ammortizzatori Koni FSD capaci di comportarsi più gentilmente sulle asperità ed essere, al contempo, “fermi” quando si guida veloci, grazie ad una speciale valvola che lascia passare più o meno olio. Non mancano nemmeno pinze freno rosse a quattro pistoncini by Continental, che mordono dischi da 300 mm, e cerchi in lega da 18” con Michelin Pilot Sport 4 in misura 215/40 (optional, di serie ci sono i 17”)

 

Opel Corsa GSi

Come va

I sedili Recaro in pelle opzionali (2.000 euro) sono un vero invito alla guida: la posizione può essere bassa, con il volante non troppo verticale mentre alcune plastiche sono rigide. Il 1.4 Turbo si fa sentire ma non è particolarmente “ignorante” allo scarico: è l'aspirazione a solleticare i timpani, soprattutto agli alti regimi. Ed ecco la prima regola: se volete divertirvi, la GSi va tenuta oltre i 3.500 giri, perché la mappatura voluta dagli uomini di Strycek non è pensata per riprendere velocità dalle zone basse del contagiri senza scalare (almeno) un rapporto. Solo un po' legnoso il cambio, che comunque ha innesti precisi e si rivela veloce. Come lo sterzo: un filo fastidioso, vista la grande prontezza e i pneumatici 215/40, solo in autostrada, ma diventa più godibile e accordato con il telaio quando si tratta di guidare davvero. L'assetto è volutamente non esasperato ma, alzando il ritmo, si dimostra un valido alleato, capace di assorbire senza particolari preoccupazioni anche asfalti rovinati: qui si sente lo sviluppo al 'Ring. Giudizio positivo anche per i freni, con i quali bisogna solo entrare in sintonia, a causa della modulabilità non eccellente del pedale. La Corsa GSi offre sempre un sacco di grip lungo tutta la curva, (anche con asfalto bagnato) e non mostra sgraditi pattinamenti in accelerazione uscendo dai tornanti, solo qualche leggera reazione allo sterzo. Il controllo di stabilità – non escludibile – lavora bene e non interviene mai a sproposito. Risultato, alzare la posta in gioco è facilmente alla portata, anche quando le condizioni meteo non sono ideali, come è accaduto durante il test. Insomma, questa Corsa è una “Gran Sport Injection” che non ha gli isterismi e le intemperanze della vecchia OPC ma che raggiunge un ottimo compromesso fra comfort e sportività.

Leggi anche

La curiosità

In origine le Opel sportive si chiamavano GT/E, e cioé Gran Turismo Einspritzung (iniezione, in tedesco): è il nomignolo della Kadett del 1975, portata al debutto dell'allora pilota ufficiale Opel, un giovanissimo Walter Rohrl. Una generazione dopo, ecco che la sigla diventa GSi: nel 1984 arriva la nuova Kadett, nell'86 la Manta, nell'88 la prima generazione della Corsa e, nel 1991, la Astra GSi 16V. Due anni dopo debutta la Corsa “B” GSi poi, nel 2003, è la volta della “C”, la terza serie. 

Opel Corsa GSi
Opel Corsa GSi

Quanto costa

La Opel Corsa GSi costa 19.400 euro, ai quali qualche optional (cerchi da 18”, sedili Recaro, sistema multimediale IntelliLink con connettività Apple CarPlay e Android Auto, per citarne tre) va aggiunto. Durante la prova il dato peggiore che il computer di bordo ha dichiarato è stato di 8,5 l/100 km ma si possono spuntare medie ben più favorevoli agendo con delicatezza sul gas.

Opel Corsa 3 porte

Motore 1.4 turbo benzina
Potenza 150 CV
Coppia Massima 220 Nm
Accelerazione 0-100 km/h 8,9 secondi
Trasmissione Manuale a 6 marce
Trazione Anteriore
Prezzo base 19.400 euro

Fotogallery: Opel Corsa GSi