Green tour fra le centrali Enel della Toscana

L’abbiamo vista più di un anno fa “elettrizzare” le notti romane, facendo tappa nei luoghi più suggestivi della Città Eterna. Poi, in batteria, sul circuito della Formula E nella Capitale, e ancora, di recente, nella tappa italiana del primo trofeo monomarca intitolato EQ fortwo e-cup. Ora la piccola elettrica smart EQ fortwo esce dai confini urbani e dalle piste per dimostrare che sì, un viaggio in full electric fuori dal contesto cittadino è possibile. Tutto senza ansia da ricarica. 60 kW di potenza ed un’autonomia di 160 km, con la possibilità di poter ricaricare l’auto in meno di un’ora, grazie al nuovo caricatore di bordo da 22 kW. Per l’occasione, smart ha organizzato una “green power run” lungo le strade della Toscana, passando per alcuni dei principali impianti di Enel Green Power (partner di Mercedes e smart nel sviluppo di una mobilità a zero emissioni), tra cui l’impianto geotermico di Larderello.

La gara

La gara di regolarità, lungo un suggestivo percorso tra le colline pisane, si è articolata su tre tappe: tra i parametri di giudizio, oltre ai tempi, anche la capacità di risparmio e ricarica della batteria. Da San Casciano in val di Pesa a Larderello, visita al museo di geotermia, presso la centrale Enel e pausa per il pranzo. Giusto il tempo di ricaricare della vettura. Terminata la sosta, riprendiamo il nostro viaggio alla volta di Pontedera dove, a farci da sfondo nella nostra avventura, purtroppo, il terribile incendio che ha devastato il monte Serra. Terza ed ultima tappa alla centrale idroelettrica di Piano della Rocca, poi il “buen retiro” al ‘Ciocco’, noto per le gare del rally italiano.

smart green power run
smart green power run

Come si comporta

La piccola è scattante, accelera da 0 a 60 km/h in appena 4,9 secondi e raggiunge una velocità massima di 130 km/h. La nostra ‘smartina’ green ha a disposizione un caricabatterie di bordo da 4,6 kW, che permette di ricaricare una batteria scarica in meno di 3,5 ore alla wallbox e in meno di sei ore alla presa elettrica domestica (in entrambi i casi portando il livello di carica dal 10 all'80%). Per velocizzare ulteriormente le operazioni di ricarica è oggi disponibile a richiesta anche il caricabatterie rapido da 22 kW, che permette di ricaricare smart EQ fortwo (consumo di corrente con caricabatterie di bordo da 22 kW e funzione di ricarica rapida nel ciclo combinato: 14,5-13,9 kWh/100 km; emissioni di CO2 ciclo combinato: 0 g/km) in meno di 40 minuti (10-80%) dove è possibile una modalità di ricarica trifase.

Leggi anche

Fotogallery: smart green power run