Sempre ispirata al passato, la 992 abbraccia ancora di più il futuro. Una sportiva dalle prestazioni formidabili, ma mai proibitive

L’auto giusta per il casa-lavoro? La Porsche 911. L’auto con cui divertirsi in pista? La Porsche 911. L’auto per un weekend fuori porta con moglie e qualche borsone? Sempre lei, la Porsche 911 che nel corso degli anni si è costruita la reputazione di auto a tutto tondo, quindi confortevole e poco impegnativa per il traffico di tutti i giorni, ma appuntita per divertire anche fra i cordoli.

La “trasversalità” della 911 diventa ancora più marcata con la nuova generazione, più docile su strada (grazie al nuovo e impeccabile cambio PDK), ma ancora più gustosa in pista.

Com’è fuori

Sempre uguale a sé stessa, verrebbe da dire, ma in realtà la nuova 911 cambia non poco rispetto al vecchio modello. Intendiamoci, i designer della casa tedesca sono rimasti nel solco della tradizione, aggiornando le linee tipiche di questo modello che ora ha un aspetto più moderno e fedele alle Porsche più recenti.

Porsche 911 (992), la prova in pista

I fari anteriori ad esempio sono più in alto rispetto al cofano e il fascione ha un disegno più semplice. A cambiare maggiormente però è la parte posteriore, più massiccia, dove spiccano i due grossi scarichi centrali, la striscia luminosa a collegare i sottili fanali e i passaruota allargati, prerogativa non più delle Carrera 4 a trazione integrale (li avranno anche le Carrera 2, prima più strette nei fianchi). L’ala posteriore rientra nella carrozzeria quando si guida a bassa velocità e la griglia sotto il lunotto richiama le 911 del passato.

Com’è dentro

Anche all’interno è evidente il tentativo di rinnovare il tipico ambiente delle 911, anche in questo caso però senza allontanarsi dalle tradizioni. Emblematica in tal senso è la strumentazione: resta a cinque quadranti, come per tutte le 911, ma soltanto quello centrale è a lancette (gli altri sono ricreati da due schermi).

La consolle è dominata dal grande schermo touch di 10,25”, che funziona in modo impeccabile (pur non avendo Android Auto), ma è analogo alle Cayenne e Panamera: avremmo preferito trovare differenze maggiori fra auto così diverse (sportiva la 911, turistiche le altre).

Le rifiniture e i montaggi sono impeccabili, come da tradizione per la casa tedesca, quindi stona che la leva del cambio automatico abbia un aspetto così poco riuscito (sembra un rasoio elettrico).

Porsche 911 (992), la prova in pista

Piacere di guida

È questo l’ambito in cui la nuova 911 scava il solco più profondo rispetto alla vecchia. Non solo per merito delle ruote sterzanti posteriori, che rendono inavvertibili l’aumento di peso (+55 chili) e dimensioni (la carreggiata anteriore è più larga di 4,5 cm), ma per via del rinnovato motore sei cilindri turbo di 3.0 litri e del nuovo cambio robotizzato doppia frizione a 8 marce.

Il 3.0 da 450 CV ha un arco di funzionamento che fa impallidire alcuni aspirati, perché si dimostra pieno da 2.000 giri e allunga senza problemi fino a 7.000. Spremerlo quindi è un piacere, perché non ha vuoti di potenza o esitazioni. In questo contesto si inserisce il nuovo cambio PDK, con una marcia in più di prima, che guadagna la modalità di guida su bagnato Wet ma dà il meglio nella Sport Plus, dov’è incredibilmente veloce e sembra quasi leggere nella mente del pilota, tanto da essere efficace in pista anche in modalità automatica. 

Porsche 911 (992), la prova in pista

Da lode anche l’impianto frenante carboceramico Brembo sempre efficace e potente, con pinze monoblocco in alluminio a 6 pistoni all’anteriore e a 4 al posteriore; la corsa del pedale inoltre è inferiore al passato e migliora di conseguenza la modulabilità delle frenate, in particolare di quelle al limite. I dischi carboceramici offrono prestazioni migliori anche in termini di consumi e comfort per via del peso ridotto. I freni in materiale composito, optional a 10.004 euro, hanno un diametro maggiorato rispetto alla precedente 911 e passano a 41 cm davanti e 39 cm dietro e sono realizzati in collaborazione tra Brembo e SGL Carbon.

Comfort

I tecnici della casa tedesca hanno fatto una scelta precisa a livello tecnico, decidendo di lasciar intervenire l’elettronica in modo più deciso rispetto a prima: questo significa che pure nella modalità di guida Sport Plus (la più estrema) il controllo di stabilità interviene deciso, perché ora bisogna premere un bottone specifico per disattivarlo completamente.

Porsche 911 (992), la prova in pista
Porsche 911 (992), la prova in pista

Il rombo del 3.0, per quando intenso schiacciando a fondo sul gas, non è mai fastidioso in città, dove il cambio PDK tira fuori una seconda faccia: nella guida di tutti i giorni è morbido e pastoso, tanto da non far rimpiangere i più turistici automatici a convertitore di coppia. Il resto lo fanno gli optional, perché la 911 si può avere a richiesta con ogni dotazione per il comfort: dagli ammortizzatori a controllo elettronico alle barre anti rollio attivo, passando per i supporti del motore attivi.

Curiosità

Fra le tecnologie disponibili per la nuova Porsche 911 ci sono tre diverse app per il sistema multimediale: la Road segnala itinerari alternativi da percorrere durante un viaggio, la 360+ suggerisce cosa fare nei dintorni quando ci si trova in una località sconosciuta e la Impact suggerisce associazioni ambientaliste a cui fare donazioni, così da compensare i gas emessi nell’ambiente.

Quanto costa

Il prezzo da pagare per la 911 è come da tradizione molto salato, a maggior ragione considerando lo scarno equipaggiamento di serie: basti sapere che vanno pagati a parte anche gli specchietti richiudibili elettricamente.

La 911 Carrera S parte in Italia da circa 124.000 euro, che diventano 132.000 euro per la 4S a trazione integrale. Nei prossimi mesi arriveranno la Cabriolet e altri motori, a partire da quello meno potente per le 911 Carrera e Carrera 4.

Porsche 911 992

Motore 3.0 litri turbo
Trasmissione Robotizzato 8 marce
Potenza 450 CV
Coppia Massima 530 Nm
Lunghezza 4,52 metri
Altezza 1,30 metri
Larghezza 1,85 metri
Consumi 8,9 l/100 km
Prezzo della versione provata 123.999 Euro

Fotogallery: Porsche 911 (992), la prova in Spagna e sul circuito di Valencia