Elegante, ma con un look deciso, questa wagon è ben fatta e assicura un gran comfort. Ma è avara in fatto di dotazioni

Se fosse un capo d’abbigliamento la Volvo V60 Cross Country sarebbe un giaccone della Barbour, di quelli robusti per le attività all’aria aperta ma abbastanza eleganti per un appuntamento di lavoro.

La Cross Country infatti è una wagon basata sulla normale V60, un’auto curata e raffinata come da tradizione per la casa svedese, ma le protezioni antigraffio sulla carrozzeria e la luce a terra maggiorata danno a quest’auto una vocazione più fuoristradistica, sebbene la V60 Cross Country resti un’infaticabile macina chilometri per viaggi con la famiglia al gran completo.

Volvo V60 Cross Country

In questa prova del perché comprarla vediamo anche come se la cava nella vita di tutti i giorni, sebbene la lunghezza generosa (di 4,78 metri) renda complicato parcheggiarla in città.

Pregi e difetti

Il portellone e il lunotto non sono verticali come sulle Volvo del passato, ma questo non impedisce alla V60 Cross Country di avere un baule fra i più capienti della categoria: contiene 529 litri con il divano in posizione d’uso ed è anche molto ben sfruttabile, perché ha anelli e ganci per fermare il carico.

Volvo V60 Cross Country

Si paga però il portellone automatizzato, che purtroppo non è l’unico optional di questa “avara” wagon: fa specie che su un’auto di questo calibro si paghi a parte la chiusura con la chiave del cassettino e il blocco delle portiere posteriori, per non citare gli optional sul fronte della sicurezza come il regolatore di velocità adattivo.

Non ci ha convinto nemmeno lo schermo verticale del sistema multimediale: fa scena ed è piuttosto intuitivo, ma i tanti sottomenù distraggono. Nulla da dire su montaggi, materiali e spazio a bordo, anche se l’alto tunnel ruba spazio al quinto passeggero.

Volvo V60 Cross Country

Quanto costa

L’unico motore disponibile per la Volvo V60 Cross Country è il diesel a 4 cilindri 2.0 da 190 CV, piuttosto silenzioso e in linea con lo spirito turistico di questa wagon, al pari del cambio automatico a 8 marce (di serie). Il 2.0 per di più non consuma nemmeno troppo, perché nel corso della prova abbiamo registrato una media di 8 l/100 km (pari ad una percorrenza di 12 km/l).

New Volvo V60 Cross Country

A questo risultato concorre la trazione, che è integrale solo quando serve, perché le ruote posteriori fanno presa sul terreno non appena quelle davanti “slittano”: su fondi asciutti la Cross Country infatti è una normale trazione anteriore.

Le possibilità di scelta sono ristrette anche fra gli allestimenti, perché la V60 Cross Country è ordinabile nel Business Plus e nel più ricco Business Pro. Costano poco meno di 51.000 euro e circa 54.000 euro, ma a nostro avviso è più consigliabile il primo, che ha cerchi da 18” più adatti alle strade con tante buche.

Fotogallery: Volvo V60 Cross Country