Razionale, spaziosa e affidabile: sono tanti i punti di forza di questa piccola City Cross. Ma non è priva di difetti

La Fiat Panda è semplicemente un'icona. Gli interni razionali, l'ottima organizzazione dello spazio, l'affidabilità della meccanica e anche le sorprendenti capacità in fuoristrada delle varianti 4x4 sono da sempre i punti di forza che hanno alimentato, nel corso degli anni, quell'aura di indistruttibilità tipica della piccola Fiat.

La protagonista della nostra prova è una Fiat Panda City Cross 4x2 - quindi con l'aspetto da crossover ma senza la trazione integrale - spinta dal 1.2 a benzina da 69 CV. Con questa motorizzazione (8V evoluzione del glorioso FIRE) si conferma come la cittadina per eccellenza; ecco i pregi e i difetti dell'auto più venduta in Italia. 

Pro - Quanto spazio!

Non c'è auto sotto i 3,65 metri con una capacità di carico maggiore della Panda. Sfruttando al massimo il comodo doppiofondo diviso in scompartimenti si raggiungono 260 litri di volume minimo sfruttabile che diventano oltre 870 abbattendo gli schienali posteriori; proprio questo, diviso 60/40, è una delle novità rispetto alle precedenti generazioni, insieme alla possibilità di regolare il piano di carico su due comodi livelli.

Tanto spazio lo troviamo anche all'interno, con i vani portaoggetti sparsi un po' per tutto l'abitacolo: ben tre sul tunnel centrale, due comodi sulle portiere in grado di contenere bottiglie da mezzo litro e due spaziosi davanti al sedile del passeggero. Non manca inoltre tanto spazio per la testa (un po' meno per le gambe) ricavato grazie alla forma squadrata della carrozzeria. 

Pro - Comfort di marcia

L'assetto rialzato della City Cross in prova gioca a favore, oltre che del look, anche del comfort. La Panda è un po' rigida solamente sulle sollecitazioni improvvise, ma si è dimostrata perfettamente in grado di assorbire al meglio le disconnessioni che caratterizzano le nostre strade, dalle rotaie al pavé, dalle buche allo sterrato.

Parlando di comfort ottimo anche quello acustico: a velocità autostradali il rumore del motore non è mai troppo invadente, con i fruscii aerodinamici che non disturbano più di tanto considerando la superficie frontale non indifferente della Panda.

Pro - Perfetta per neopatentati

Se la Panda è da mesi e mesi l'auto più venduta in Italia ci sarà un motivo, no? Lo dimostrano gli ultimi dati sulle immatricolazioni e lo si può intuire guardando semplicemente il parco circolante. A prescindere dall'alimentazione e dalla trazione, tutte guidabili da chi ha appena preso la patente, la Panda rimane in tutte le sue motorizzazioni la più classica "seconda auto": ha quattro o cinque posti, è facile da riparare in caso di guasto e facile da parcheggiare, è più sicura rispetto al passato (può avere adesso la frenata automatica d'emergenza), ha una buona dinamica di guida ed è perfetta per il percorso casa, università, scuola, lavoro. 

Pro - La città è il suo habitat

Il trend è chiaro ormai da qualche anno, i crossover di piccole dimensioni stanno prenderlo piede anche nelle città perché piacciono per via di piccoli dettagli che spaziano dall'estetica a, per esempio, la seduta alta a dominare la strada. La Panda, seppur non cambiando, ha mantenuto queste caratteristiche che le permettono di continuare a dire la sua in un segmento molto affollato.

Le dimensioni compatte rimangono il suo punto forte in ambito cittadino, con la seduta più alta rispetto alle concorrenti che le fanno guadagnare un punto a favore in look e visibilità (aiuta anche la forma squadrata della carrozzeria, con il posteriore piatto e il ridotto sbalzo anteriore). Ottima anche l'accessibilità al divano posteriore con le portiere che si aprono a 90°, comode per sistemare i bambini e far entrare i seggiolini, e la suddivisione del bagagliaio.

Pro - Gamma tra le più complete

Benzina, diesel (fino a esaurimento scorte), GPL, metano, a trazione integrale, a due o a quattro cilindri: la gamma della Fiat Panda è attualmente tra le più complete presenti sul mercato e si candida a soddisfare qualsiasi tipo di esigenza. Nelle sue varianti 4x4 è in grado di avventurarsi con pochi sforzi su qualsiasi terreno, mentre nelle città più affollate può circolare liberamente anche durante i blocchi del traffico grazie alle due diverse alimentazioni bi-fuel.

Vi piace il look della 4x4 ma non vi servono le quattro ruote motrici? Nessun problema! La City Cross della nostra prova infatti non è dotata di trazione integrale ma a guardarla da fuori sembra un piccolo crossover.

Contro - Assemblaggi buoni ma...

Le plastiche sono dure (non ci saremmo aspettati diversamente) e molto solide, quasi a tramettere quell'aura di indistruttibilità tipica della Panda. Gli assemblaggi e i profili che ritroviamo sulla plancia e sull'interno delle portiere però hanno dei bordi quasi "taglienti", che catturano fibre (i tessuti vi si impigliano molto facilmente) e possono essere molto fastidiosi al tatto.

Contro - Posizione di guida

Il sedile regolabile in altezza è un optional di cui la City Cross in prova è dotata ma, nonostante questo, le possibilità di regolazione della posizione di guida sono ridotte al minimo. Io sono alto 1,90 m e non sono riuscito a trovare una posizione confortevole a causa della ridotta escursione in altezza del sedile e per l'impossibilità di regolare il volante in profondità, cosa che porta inevitabilmente a sbattere il ginocchio destro contro l'ingombrante tunnel centrale.

Contro - Bluetooth poco intuitivo

Per quanto riguarda l'infotainment, la Panda non riesce a stare al passo delle sue concorrenti: in mancanza di uno schermo centrale si può posizionare il telefono su un pratico supporto in cima alla consolle centrale (soluzione già vista sulla Volkswagen up!) ma prendetevi un bel po' di tempo per collegare lo smartphone alla macchina. Tutto deve essere controllato attraverso i due rotori sul volante, con le informazioni e la navigazione nei sottomenù gestibili solamente attraverso la prima riga del piccolo schermo al centro della strumentazione.

Contro - Occhio al prezzo

"È una Fiat Panda quindi costerà poco, no?" Questa è una delle risposte più frequenti quando si chiede in giro quanto potrebbe una Panda City Cross. Ma la risposta è no, con un prezzo di listino base di ben 15.000 euro per la City Cross con il motore 1.2 quattro cilindri a benzina da 69 CV. Optional esclusi, anche se hanno tutti un prezzo accessibile.

Per le altre versione si parte dagli 11.550 euro per la 1.2 Pop base di gamma fino ad arrivare ai 17.000 richiesti per la 4x4.

Fiat Panda

Lunghezza 3,65 m
Altezza 1,60 m
Larghezza 1,64 m
Capacità di carico 280 l
Motore 1.2 benzina da 69 CV
Trasmissione Manuale a 5 marce
Accelerazione 0-100 km/h 14,8 secondi
Coppia Massima 102 Nm
Prezzo base 15.000 euro
Consumi 6,9 litri/100 km - 15 km/l nel ciclo combinato

Fotogallery: Fiat Panda 1.2 City Cross, pro e contro