La trazione integrale elettrica non riduce l'efficienza. Doppio record, nella categoria full hybrid e fra le 4x4

Immaginate per un attimo che possa esistere un gruppo, anche non troppo nutrito, di automobilisti interessati più all’efficienza dell’auto che a qualsiasi altro aspetto della vettura. Ora provate a pensare all’auto perfetta per questo manipolo di “irriducibili dei consumi”, che a ben guardare esistono in tutto il mondo. Se non vi è venuto in mente nulla ci siamo qui noi per darvi un suggerimento: la Toyota Prius AWD-i che dal punto di vista dei consumi è una garanzia.

La giapponese appena aggiornata e dotata di trazione integrale ibrida intelligente dimostra tutte le sue doti di efficienza nella prova consumi reali Roma-Forlì dove conquista due primati. Con i suoi 3,20 l/100 km (31,25 km/l) la nuova Prius AWD-i si fregia del record di consumi fra le full hybrid e di 4x4 più efficiente fra quelle provate. La spesa per la benzina per andare dalla Capitale a Forlì è di appena 17,96 euro.

Prima fra le ibride e fra le 4x4

Con questo risultato eccezionale la Toyota Prius AWD-i si guadagna anche il quinto posto assoluto nella classifica consumi, dietro le migliori ibride plug-in e l’altrettanto sorprendente Mercedes Classe A capace di scendere addirittura a 3,0 l/100 km (33,3 km/l). Un rapido confronto con la compatta della Stella, regina delle “non ricaricabili”, ci fa vedere come la Toyota Prius AWD-i sia superiore alla tedesca nel traffico cittadino più caotico e nell’utilizzo misto urbano/extraurbano.

Toyota Prius AWD-i 2019

I 3,2 l/100 km della nuova Prius a trazione integrale riescono anche a battere il risultato della Prius pre restyling a due ruote motrici (3,46 l/100 km - 28,9 km/l), oltre a quello di Lexus CT Hybrid (3,88 l/100 km - 25,7 km/l), della nuovissima Toyota Corolla 1.8 Hybrid (3,90 l/100 km - 25,6 km/l) e Hyundai Ioniq Hybrid (3,95 l/100 km - 25,3 km/l). Per pura curiosità segnaliamo che fino ad ora la 4x4 più efficiente era stata la BMW X2 xDrive 25d con i suoi 4,30 l/100 km (23,2 km/l).

Un motore elettrico in più sulle ruote dietro

La cosa più interessante della Toyota Prius AWD-i, che da questo mese si affianca a listino alla due ruote motrici dotata dello stesso sistema ibrido 1.8 benzina + elettrico da 122 CV, è proprio la presenza di un secondo motore elettrico posizionato sull’asse posteriore. Questa trazione integrale elettrica si attiva in partenza sotto i 10 km/h, mentre oltre questa velocità la giapponese torna ad essere una normale trazione anteriore.

Toyota Prius AWD-i 2019

La trazione elettrica al posteriore si riattiva in automatico fino a 70 km/h solo quando i sensori rilevano condizioni di scarsa aderenza dovute a pioggia, neve, fango o eventuali sconnessioni stradali. Sulle strade sterrate, ad esempio, si sente la spinta anche al retrotreno e il sistema di monitoraggio dei flussi di energia conferma l’attivazione del 4x4. A questo si aggiunge il baricentro bassissimo della Prius che permette di percorrere le curve a velocità superiore alla media e a mantenere l'inerzia di movimento in avanti a tutto vantaggio della scorrevolezza e dei consumi.

Toyota Prius AWD-i 2019

Per il resto la Prius MY19 presenta solo migliorie di dettaglio, fuori con gruppi ottici modificati, dentro con finiture “piano black”, uno spazio per la ricarica wireless degli smartphone più grande e la conferma di tutti i sistemi di sicurezza Toyota Safety Sense. La AWD-i è disponibile solo nel ricco allestimento Lounge che nella vettura provata si somma alla vernice metallizzata e porta il prezzo di listino a quota 35.650 euro, salvo promozioni.

Di record in record

Da record o di primissimo livello, almeno fra le auto che non si ricaricano “alla spina”, sono poi i consumi della Toyota Prius AWD-i in tutte le altre condizioni di guida. L’esempio più eclatante è quello dell’utilizzo nel traffico di Roma, caso in cui l’ibrida giapponese ottiene uno straordinario dato di 4,6 l/100 km, pari a 21,7 km/l, con cui guida la classifica delle prove cittadine.

Toyota Prius AWD-i 2019

Anche i 3,7 l/100 km (27 km/l) nell’uso misto urbano-extraurbano posizionano la nuova Prius integrale al vertice della categoria, mentre in autostrada il consumo sale fino all’ottima media di 4,9 l/100 km. Straordinariamente bassi sono anche i consumi nelle due prove estreme, i 2,5 l/100 km (40 km/l) nell’economy run e i 17,5 l/100 km (5,7 km/l) nella prova del massimo consumo, record assoluto per il severo test in salita. Alla fine della prova di circa 900 chilometri il computer di bordo registra una media di consumo di 4,0 l/100 km (25 km/l), risultato secondo solo alla citata Mercedes A 180 d.

Cosa dice il libretto

Modello Alimentazione Potenza Omologazione Emissioni CO2
(NEDC)
Emissioni CO2
(WLTP)
Toyota Prius AWD-i Lounge Ibrido 72 kW Euro 6d-TEMP 85 g/km 108 g/km

Dati

Vettura: Toyota Prius AWD-i Lounge
Listino base: 34.900 euro
Data prova: 07/06/2019
Meteo: Sereno, 33°
Prezzo carburante: 1,559 euro/l (Benzina)
Km del test: 907
Km totali all'inizio del test: 2.312
Velocità media nel tratto Roma-Forlì: 79 km/h
Pneumatici: Bridgestone Turanza T002 - 215/45 R17 87W (Etichetta UE: C, B, 69 dB)

Consumi

Media "reale": 3,20 l/100 km (31,25 km/l)
Computer di bordo: 3,4 l/100 km
Alla pompa: 3,0 l/100 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo

Conti in tasca

Spesa "reale": 17,96 euro
Spesa mensile: 39,91 euro (800 km al mese)
Quanto fa con 20 euro: 401 km
Quanto fa con un pieno: 1.344 km
Scopri le modalità e i criteri della prova di consumo

 

La prova Roma-Forlì ha anche la sua classifica aggiornata dei consumi. Datele un'occhiata e troverete molte sorprese.

Fotogallery: Toyota Prius AWD-i 2019