Assetto e sterzo non impeccabili, ma è elegante, sobria e sopratutto pratica, con tanto spazio a bordo

Quando è stata lanciata, ormai quasi 4 anni fa, la nuova Fiat Tipo ha subito dato l’impressione di essere un’auto che avrebbe riportato il marchio alle sue origini di costruttore di auto che oggi definiremmo "right cost", vale a dire con pochi fronzoli, qualitativamente ben costruite e adatte a chi cerca concretezza e bada ad aspetti pratici come spazio, affidabilità e consumi.

A questo Fiat aggiunge una buona tradizione motoristica per cui la Tipo, sopratutto nelle versioni 5 Porte e Station Wagon offre anche buoni numeri in termini di prestazioni. La protagonista del nostro pro e contro è equipaggiata con il motore MultiJet 1.6 da 120 CV in allestimento S-Design, uno dei più alti di gamma.

Fiat Tipo 5p 1.6 MultiJet2 Pro e Contro

Materiali, assemblaggi e, in generale, la percezione sia seduti in abitacolo sia nei sedili posteriori, anche utilizzando la vettura da passeggero, è quella di solidità. Pur non sfoggiando chissà quali preziose finiture, la Tipo è elegante, sobria, ma sopratutto pratica. Una praticità che non si risolve solo attraverso la disponibilità di vani o di spazi, ma anche dalla sensazione che sia qualcosa da poter "usare" senza il timore di danneggiarla e che dura nel tempo.

Fiat Tipo 5p 1.6 MultiJet2 Pro e Contro

Ok, non è proprio la più corta del segmento, ma partendo da 4,36 m di lunghezza la Tipo 5 porte regala un bagagliaio di 440 litri, oltre ad un’ottima abitabilità in termini di spazio per le gambe nelle sedute posteriori. Con un posto centrale ben sfruttabile nonostante il tunnel sia un po' ingombrante. Insomma, per una famiglia di 4 persone, anche con bambini piccoli, potrebbe essere un'auto adatta; considerando la possibilità di montare due seggiolini dietro conservando ulteriore spazio al centro e utilizzando, solo parzialmente, il bagagliaio per il passeggino.

Fiat Tipo 5p 1.6 MultiJet2 Pro e Contro

Le gioie e i dolori di Fiat, lo abbiamo imparato, arrivano spesso dalle motorizzazioni; in questo caso parliamo di un super collaudato 1.6 MultiJet che regola sempre buone sensazioni. Quello che più ci ha soddisfatto è stata la coppia, quasi a livello di un 2.000 (320 contro 350 Nm) che, anche se abbinata un cambio a doppia frizione con qualche titubanza ai bassi regimi, offre elasticità e un bel piacere di guida. Contenuti anche i consumi, il che non guasta mai.

Fiat Tipo 5p 1.6 MultiJet2 Pro e Contro

Dato che la praticità non sempre si sposa con il design, alcune Fiat non si sono distinte per il look. Nel caso dell’allestimento S-Design, però, l’utilizzo intelligente di dettagli in nero lucido creano un contrasto cromatico con la verniciatura bianca che ci riconcilia con le forme non dinamicissime della Tipo. L’effetto complessivo, dunque, è gradevole e soprattutto abbiamo l’impressione che, nel tempo, possa resistere senza stancare.

Fiat Tipo 5p 1.6 MultiJet2 Pro e Contro

Tanto spazio all’interno, ma poca luce. Sull’anteriore il montante cosiddetto "A", quello che incornicia il parabrezza, è oltremodo largo e crea qualche problema di visibilità, sopratutto in manovra e nelle svolte. Stesso discorso per il lunotto posteriore, abbastanza piccolo e che rende assolutamente necessari almeno i sensori di parcheggio posteriori, meglio se supportati dalla retrocamera.

Fiat Tipo 5p 1.6 MultiJet2 Pro e Contro

L’assetto con ruote in lega da 18’’ è decisamente da rivedere. La Tipo è caratterizzata da sospensioni tutto sommato comode, certamente non adatte per affrontare una prova speciale di rally, ma ottime - ad esempio - sul sanpietrino romano. Con i cerchi di questo tipo si crea, invece, uno strano mix fra la "morbidezza" della sospensione e la "durezza" della ruota; in certi casi fastidioso, specie sullo sconnesso più pronunciato.

Fiat Tipo 5p 1.6 MultiJet2 Pro e Contro

Certo parliamo di un’auto nata per un utilizzo turistico e non sportivo, tuttavia un po’ più di reattività e precisione dello sterzo non mi sarebbe dispiaciuta. Del resto una maggiore rapidità di risposta del volante può tornare utile anche nel traffico di una grande città, dove bisogna divincolarsi con rapidità in una situazione un po’ caotica. Un ulteriore appunto va anche al volante stesso, forse troppo ingombrante e un po’ difficile da manovrare.

Fiat Tipo 5p 1.6 MultiJet2 120 CV DDCT E6 S-Design

Lunghezza 4368 mm
Altezza 1495 mm
Larghezza 1792
Capacità di carico 440 l
Motore 1.6 MultiJet2 4 cil. in linea
Potenza 120 CV
Coppia Massima 320 Nm
Trasmissione DDCT E6 Cambio automatico a doppia frizione
Accelerazione 0-100 km/h 10,2 ''
Prezzo della versione provata 25.550 euro

Fotogallery: Fiat Tipo 1.6 MultiJet2 D-Design Pro e Contro