Comoda e spaziosa, è un'ottima soluzione per chi fa tanti chilometri. Ma alcuni dettagli non sono all'altezza

La Ford Edge è la tipica auto da highways americane trapiantata nel mercato europeo: grande, spaziosa, comoda e dal bagagliaio enorme, si trova perfettamente a suo agio sulle strade extraurbane soprattutto con il 2.0 biturbodiesel da 238 CV della nostra prova. Soffre un po' di più in città a causa del peso e di un cambio non intelligentissimo. Quali sono i suoi pregi e i suoi difetti? Scopriamolo in questo pro e contro.

Pro, comfort di marcia

È proprio così che ti aspetti una macchina americana: con i sedili morbidi, riscaldati e ventilati (anche se sull'esemplare in prova la refrigerazione non ha funzionato), un poggiatesta comodo e tanto spazio in larghezza. La Edge non delude e lascia intuire le sue grandi doti da viaggiatrice non appena si sale a bordo. Il tetto panoramico enorme lascia entrare tantissima luce, con i posti per i passeggeri che possono godere dello stesso comfort di chi siede davanti: lo spazio per le gambe non manca mai (complice il passo di 2,85 metri) e si può viaggiare anche in 5 per medie distanze.

Pro, taratura ADAS

Da "animale da autostrada" qual è, sulla Edge non potevano mancare tutti gli ultimi sistemi di assistenza alla guida (ADAS). Tra i più efficaci il cruise control adattivo, che frena e riprende velocità con dolcezza senza mai accelerare bruscamente, e il sistema di mantenimento attivo della corsia, che tiene l'auto al centro della carreggiata evitando il fastidioso effetto ping pong tra le linee. Tutti sono regolabili su più livelli di intensità tramite lo schermo TFT dietro il volante gestibile attraverso i tasti sulla razza sinistra.

Pro, sterzo e assetto

Nonostante l'apparenza, la Edge non si tira indietro quando si tratta di curve. Certo, tra motore e assetto non ha nulla di sportivo ma, a differenza di altri SUV, è composta nell'inserimento in curva e, per la massa che sfiora i 2.200 kg, non soffre troppo di rollio (al contrario del beccheggio in frenata). Le sospensioni assorbono tranquillamente anche le asperità più marcate nonostante cerchi da 21", mentre lo sterzo, il cui carico non può essere gestito, fa sempre capire dove si stanno per mettere le ruote davanti.

Pro, è tutto di serie

Che si tratti di una Vignale, l'allestimento più elegante e lussuoso secondo Ford, lo si capisce dai badge interni ed esterni. Di serie, oltre ad un kit estetico dedicato e ai cerchi da 20", si hanno il clima bizona, il cruise control, l'impianto audio Bang&Olufsen e il riconoscimento dei segnali stradali. Aggiungendo circa 2.000 euro in più poi si hanno tutti i sistemi ADAS attivi e il tetto panoramico apribile.

Pro, politica sconti Ford

Ford ci ha abituato negli ultimi anni a forti politiche di sconti, e non solo su modelli che stanno per essere sostituiti da nuove generazioni. Navigando sul sito ufficiale, si vede come la Edge - che ha un prezzo di listino di 50.400 euro - venga offerta a partire da 39.600 euro IPT esclusa. Per una Vignale ci vogliono 44.700 euro, contro i 59.900 di prezzo pieno.

Contro, non è un peso piuma

I circa 2.200 kg di peso si sentono. Un po' affrontando le curve con brio, di più guardando l'indicatore dei consumi. La città ovviamente è l'ambito in cui la Edge soffre di più, dove non siamo riusciti a fare meglio di 12,8 litri/100 km, circa 7,8 km percorsi ogni litro di gasolio. A velocità sostenute le cose migliorano, con il 2.0 biturbodiesel da 238 CV che sfrutta la coppia di 500 Nm sempre disponibile fin dai bassi regimi, ma non si riesce comunque a percorrere più di 13-14 km/l, anche sulle statali.

Contro, cambio

Che l'indole della Edge sia prettamente turistica lo si percepisce anche dal cambio, un automatico a 8 marce che, soprattutto nelle partenze da fermo e nei rapporti bassi, si è dimostrato parecchio ruvido e "scattoso". Migliorabile anche la logica di cambiata alle andature tranquille: qualche volta bisogna intervenire manualmente per passare al rapporto superiore.

Contro, percezione degli ingombri

Non sono tanto i 4,83 metri di lunghezza a spaventare, quanto gli 1,93 di larghezza. Misure da supercar: considerate che la Lamborghini Huracan misura 1 cm in meno della Edge in larghezza! Dimensioni importanti che, sopratutto nella parte anteriore, non fanno capire bene quanta distanza ci sia effettivamente dagli ostacoli. Nessun problema dietro con la telecamera posteriore, ma davanti che ci si deve affidare esclusivamente ai sensori di parcheggio. La visuale a 360° non è disponibile nemmeno come optional. 

Contro, posizione di guida

Dovrebbe essere pensata per il pubblico americano, quindi di norma più amante della comodità rispetto a quello europeo. Nonostante le regolazioni elettriche del sedile però non è facile, per le persone più alte di 1,85, trovare la corretta posizione di guida. Il sedile ha una scarsa escursione in altezza e la stessa cosa il volante. Peccato considerando l'alto livello di comfort interno. 

Contro, assemblaggi da migliorare

Piccole cadute di stile di una macchina che, di per sé, è molto solida e ben fatta. Qualche assemblaggio esterno potrebbe essere migliorabile, sopratutto per quanto riguarda le cromature esterne che fanno da cornice alle portiere.

Ford Edge

Lunghezza 4,83 m
Altezza 1,73 m
Larghezza 1,93 m
Peso 2.116 kg
Capacità di carico 602 l
Motore 2.0 biturbodiesel da 238 CV
Coppia Massima 500 Nm
Trasmissione Automatico a 8 marce
Accelerazione 0-100 km/h 9,6 secondi
Prezzo base 54.400 euro

Fotogallery: Ford Edge 2.0 EcoBlue AWD Vignale, pro e contro