Brilla per qualità percepita, vita a bordo e soluzioni avveniristiche. Tra i difetti, la soglia di carico, ma non solo

Si chiama e-tron, senza prefissi che ne declinino una specifica categoria o classe. Non potrebbe essere altrimenti: come per l'integrale Quattro, Audi per un'auto di rottura all'interno della sua storia, punta a un nome univoco. Sì perchè la e-tron è la prima elettrica dei Quattro Anelli, e la volontà è quella di ripercorrere la storia vincente tracciata, in tutti i sensi, da quel cambio di marcia.

Giuliano l'ha provata nel deserto e l'ha analizzata a fondo nel nostro #PerchèComprarla, mentre Fabio ha messo alla prova i suoi consumi reali, ancor più importanti quando si parla di un'elettrica. Noi, quest'oggi, ci vogliamo focalizzare sui suoi Pro e Contro.

Audi e-tron 55 quattro, pro e contro

Poco meno di cinque metri di lunghezza, per quasi due metri di larghezza. Dimensioni importanti per questa e-tron con proporzioni che ondeggiando tra un SUV ed una Station Wagon con elementi che ricordano la Audi A4 o la A6 AllRoad. Il risultato esteticamente è gradevole, non ingombrante alla vista, grazie a lavori di fino come venature ed elementi a contrasto sulla zona inferiore del profilo o tra paraurti e bagagliaio.

Audi e-tron 55 quattro, pro e contro

Stile futuristico seppur volutamente familiare fuori, alta qualità con uno sguardo evidente al futuro dentro. Facile l'accesso con i sedili che hanno tre impostazioni programmabili e che elettronicamente retrocedono per favorire la seduta. Dentro le plastiche e gli assemblaggi sono di ottima fattura. Non si avverte uno scricchiolìo che uno.

Materiali come alluminio vanno a contrasto con plastiche morbide ma anche inserti in legno (nel nostro caso platano marrone scuro). L'ambiente sembra uscire da un futuro tecnologico, sopratutto di notte, quando un sistema di illuminazione interna nella plancia con la scritta e-tron risulta davvero d'effetto. Va poi sottolineata la grande presenza di varie prese USB e addirittura di stringa di retroilluminazione intorno all'attacco delle cinture di sicurezza.

Audi e-tron 55 quattro, pro e contro


A proposito di qualità, interessante la scelta di suddividere in due monitor touch le funzioni dell'auto. Sul tunnel centrale, posto in posizione rialzata il touch con setting auto e tutto quanto concerne l'infotainment, mentre più i basso si può gestire ventilazione e climatizzazione.

Il Pro viene però suggellato dal sistema touch response presente. Molto semplicemente, una leggerissima vibrazione si avverte al tatto e questo offre una sensazione alla stregua di un tasto fisico. Molto comodo per non distogliere lo sguardo dalla strada e infondere maggior sicurezza sensoriale durante la guida.

Audi e-tron 55 quattro, pro e contro

A dispetto della propria mole, 2490 kg in ordine di marcia, e delle sue proporzioni non proprio da cittadina, l'Audi e tron offre un'esperienza di guida effettivamente soddisfacente. La visibilità anteriore è buona, si riescono a valutare limiti ed ingombri, e nelle manovre le telecamere posteriori offrono visibilità e qualità.

Con i suoi 561 Nm di valore di coppia, la e tron permette spunti sempre efficaci, come da natura elettrica. Per questo consigliamo l'impostazione più dolce possibile nella risposta al pedale dell'acceleratore.

Preciso lo sterzo, così come risulta apprezzabile la frenata a pedale e le modalità di rigenerazione, regolabile su tre livelli tramite paddle. E poi, si rimane vellutatamente comodi grazie alle sospensioni pneumatiche che permettono di assorbire le buche, e ai vetri insonorizzati che riducono fortemente fruscii e rumori.

Audi e-tron 55 quattro, pro e contro

La struttura frastagliata che declina gli interni del nuovo corso stilistico Audi è davvero di impatto. Il tunnel centrale, capace di slittare in avanti o indietro ha comportato un pozzetto dove poter inserire comodamente oggetti come un portafogli, oltre ad un ulteriore vano posto subito sotto la cloche, dove poter inserire vari oggetti sul lato destro, mentre sulla sinistra vi è uno slot per lo smartphone con tanto di fermo e carica a induzione. Questo per mantenere dunque il livello della batteria usando Android Auto o Apple Car Play.

Audi e-tron 55 quattro, pro e contro

Attirano l'attenzione dei passanti e sono una curiosa novità per chi guida. Sono le telecamere che fanno le veci degli specchietti. Grazie all'introduzione del nuovo standard europeo, ora sono disponibili per la vendita, ed effettivamente colpiscono piacevolmente per la qualità video, sopratutto dopo l'aggiornamento delle ultime settimane, dove ora si riescono a vedere anche i limiti della carrozzeria.

Audi e-tron 55 quattro, pro e contro

...peccato però che, passato l'entusiasmo iniziale, si percepiscano dei limiti che il più semplice specchietto non ha. Al di là del posizionamento all'interno della portiera che personalmente non ho rivelato difficoltoso (pur dovendo addomesticare la vista a scendere leggermente più in basso rispetto al posizionamento fisico di uno specchietto), quel che si avverte mancare è il cambiamento dell'area di percezione visiva quando si sposta il proprio campo visivo.

La telecamera infatti rimane fissa nella sua inquadratura. Servirebbe in futuro un sistema di scannerizzazione dello sguardo per poter cambiare angolo di visuale e campo visivo senza dover muovere le telecamere.

Audi e-tron 55 quattro, pro e contro


Il vano di carico si trova effettivamente molto in alto, il che rende più difficoltoso rispetto ad altri mezzi del genere, riuscire a stipare borse, valigie o eventuali buste della spesa. Inoltre, il volume di carico, pur essendo di ben 660 kg, non ha una soglia molto pronunciata, il che la rende poco sfruttabile. Più capiente, seppur irregolare, la zona posta sotto il pavimento.

Audi e-tron 55 quattro, pro e contro

2490 kg è un peso superiore alle concorrenti. Questo si fa sentire su quella che è l'autonomia del pacco batterie - comunque importante, da 95 kWh - e sulle prestazioni. Un peso che si avverte considerevolmente in fase di frenata decisa ma non solo. E' indubbio, come tutte le auto elettriche potenti, l'affondo del pedale dell'acceleratore è sempre interessante, ma nel computo generale, tra le rivali, c'è chi fa meglio dei 5,7'' in modalità Boost.

Tra l'altro, proprio la modalità Boost è attivabile solo dopo aver portato il selettore in modalità S, dunque in maniera un poco più arzigogolata, qualora servisse uno spunto d'emergenza.

Audi e-tron 55 quattro, pro e contro

L'Audi e-tron è predisposta per poter ricevere gli aggiornamenti Over The Air. Aggiornamenti OTA che però, ancora si fanno attendere sulla prima elettrica dei Quattro Anelli. Al momento, gli unici aggiornamenti wireless con la Casa Madre disponibili riguardano la cartografia.

In compenso, tramite App Audi Connect, l'Audi e-tron mette a disposizione, anche in prova e per un tempo limitato, alcuni optional, così da poterli provare ed eventualmente usufruirne come se fossero in "abbonamento" per un determinato periodo di tempo, oppure comprarli una volta valutati. 

 

Fotogallery: Audi e-tron 55 quattro, pro e contro