È un crossover compatto (CUV) con la linea da coupé: design, stile e dimensioni non esagerate le sue armi vincenti

La Kia XCeed può essere definita un CUV, un Crossover Utility Vehicle, e cioè un’auto che unisce la praticità di una carrozzeria più alta a dimensioni non esagerate (la lunghezza si ferma a 4,39 metri). Stile, dimensioni e comfort di marcia sono le armi vincenti di questa nuova Kia: è lei la protagonista di questo Perché Comprarla.

Pregi e difetti

È l'ultima arrivata della famiglia Ceed dopo berlina, station wagon e shooting brake. Riprende il family feeling a cui la Casa coreana ci ha abituato con gli ultimi modelli ma ne evolve lo stile: il Tiger Nose (la griglia anteriore) è sottile e quasi unisce i gruppi ottici full LED. Il paraurti è stato ridisegnato, più aggressivo con i listelli orizzontali agli estremi che collegano la presa d’aria inferiore con i fendinebbia. Il profilo ricorda quella di una coupé, con la linea del tetto che scende nei grandi montanti C a discapito però di abitabilità e visibilità. Sulle fiancate non sfigurano le modanature in plastica, richiami al mondo dell’off road insieme allo skid argentato.

Kia xCeed

Una volta accomodati al volante l’attenzione viene subito catturata dal grande schermo dell’infotainment da 12,5" al centro della consolle e dalla nuova strumentazione completamente digitale da 10,25, molto scenografica ma poco purtroppo personalizzabile. Le plastiche e i rivestimenti sono di ottima fattura in tutto l’abitacolo, così come gli assemblaggi, sia davanti che dietro. Qui però la linea del tetto non facilita l'accesso al divano posteriore, con i più alti che devono stare attenti a non sbattere la testa. Una volta dentro buono lo spazio per quattro persone sia per le gambe che per la testa; peccato solo che non sono presenti prese di ricarica USB o 12V. Il bagagliaio da 426 litri ha una forma regolare ma la soglia di carico è un po’ alta, è regolabile su due livelli e nel doppiofondo trova posto anche il ruotino di scorta (optional da 200 euro).

Kia Xceed PHEV

La Kia XCeed è al limite, come dimensioni, per non avere problemi di parcheggio muovendosi in città. La posizione di guida ottimale è facile da trovare grazie alle regolazioni elettriche e gli ingombri si percepiscono bene ovunque tranne che al posteriore dove, a causa della linea del tetto e dei montanti spessi, bisogna fare affidamento su retrocamera e sensori. L'assetto risponde in maniera piuttosto secca su buche o tombini ma assorbe bene le irregolarità prolungate come il pavé. Grazie a nuovi smorzatori idraulici più rigidi il rollio tra le curve è contenuto nonostante la maggiore altezza da terra e, quando si alza il ritmo, questa Kia trasmette sicurezza e si inserisce bene in curva non coricandosi di lato, con l’anteriore che è reattivo e preciso grazie anche all’ottima taratura dello sterzo.

Kia xCeed

Il motore, un 1.4 turbobenzina da 140 CV, spinge bene con i suoi 245 Nm di coppia ma non dà il meglio di sé quando lo si porta al limite, ma in autostrada o a velocità costanti dove si apprezza anche la taratura degli ADAS, in particolare del cruise control adattivo e del sistema di mantenimento attivo della corsia. Il cambio in questo caso è un automatico doppia frizione a sette rapporti ma, di serie, c'è un manuale a 6 marce. Buona l’insonorizzazione dal motore e dai fruscii aerodinamici, meno dal rotolamento degli pneumatici.

Quanto costa

Per mettersi in garage una Kia XCeed ci vogliono 22.750 euro per il 1.0 tre cilindri turbobenzina da 120 CV o 25.750 per il 1.6 diesel da 115 CV, entrambi con cambio manuale in allestimento Urban. Ci vogliono 3.000 euro in più per passare al 1.4 turbobenzina da 140 CV della nostra prova e 5.250 per il diesel più potente da 136 CV, disponibile però solo sul top di gamma Evolution. Chi cerca un po’ di sportività in più può optare per il 1.6 benzina da 204 CV a 32.750 euro.

Fotogallery: Kia XCeed