Abbiamo messo a confronto pneumatici Hankook studiati appositamente per la stagione fredda con gli omologhi estivi

Come ogni anno il 15 novembre è scattato l’obbligo, su alcune strade italiane, di viaggiare con pneumatici invernali o catene da neve a bordo. Così molti automobilisti si sono dovuti adeguare, alcuni cambiando le gomme sulla propria auto, altri accontentandosi di sistemare le catene nel bagagliaio, facendo affidamento sulle buone condizioni delle strade che incontreranno sul loro tragitto. Ma la neve può essere sempre in agguato e su fondi innevati la differenza tra pneumatici invernali ed estivi sono decisamente marcate. Per dimostrarlo, una volta per tutte, siamo andati in mezzo alla neve e abbiamo sottoposto una MINI Countryman All4 a 3 test, effettuati prima con degli Hankook Winter I Cept Evo2 e poi con degli estivi Hankook Ventus S1 Evo 3.

Gomme invernali vs gomme estive

Differenze si, ma perché?

Accelerazione, frenata e breve slalom: 3 test semplici che replicano praticamente tutte le condizioni di guida. Indovinare quale pneumatico performerà meglio è scontato e banale, ma è sempre bene sottolineare peculiarità che fanno la differenza tra una guida in sicurezza e una che può cadere in balia degli eventi.

Gli pneumatici invernali (erroneamente chiamati semplicisticamente “da neve”) hanno una mescola particolare e più morbida, in grado di garantire una miglior tenuta anche su asfalti freddi e bagnati. Ma nel video parliamo di neve e le differenze tra invernali ed estivi sono ancora più marcate ed evidenti già al primo sguardo.

Basta guardare il disegno del battistrada, formato da sottili lamelle in grado di catturare la neve e garantire così un grip migliore. La tenuta neve – neve infatti è ben superiore rispetto a quella pneumatico – neve. La neve però può ghiacciare all’interno del disegno del battistrada e così le lamelle riescono anche a mollare la neve “vecchia” e prenderne sempre di fresca, così da garantire sempre la tenuta migliore. Cosa che naturalmente non avviene su coperture estive che, oltre a una mescola più rigida, intrappolano la neve al loro interno senza però farla uscire, col risultato di ritrovarsi a viaggiare su sottili ma pericolose linee ghiacciate.

Gomme invernali vs gomme estive

Dove e quando?

Viaggiare con pneumatici invernali quindi non è solo una questione di rispettare la legge, ma più in generale di sicurezza per sé e per gli altri automobilisti. A ogni stagione infatti il suo pneumatico, ricordando (è giusto farlo) che esistono sì anche le cosiddette gomme 4 stagioni, un compromesso da valutare però in base a dove e quanto si utilizza l’auto.

Parlando però semplicemente di burocrazia, ricordate che se trovati sprovvisti di dotazioni invernali (pneumatici o catene) potete essere multati:

  • da un minimo di 39 a un massimo di 159 euro nei centri abitati
  • da un minimo di 80 a un massimo di 318 euro fuori dai centri abitati

con un aumento di 85 euro più decurtazione di 3 punti dalla patente in caso di recidiva.

Le caratteristiche tecniche

I pneumatici Hankook Winter i cept evo² sono studiati per una guida ottimizzata in tutte le condizioni invernali e nella versione dedicata ai "ruote alte" aggiungono il suffisso SUV. Un particolare lavoro di affinamento è stato dedicato all'aderenza in condizioni invernali, su neve, ghiaccio, forti piogge e foglie bagnate, grazie all'utilizzo di una nuova nano-mescola di silicio ad alta dispersione resistente all'indurimento alle basse temperature. Anche il battistrada asimmetrico con lamelle 3D e due larghe scanalature esterne contribuisce a migliorare le prestazioni sulla neve e nell'aquaplaning, riducendo pure le vibrazioni. Qui sotto trovate tutte le caratteristiche tecniche.

Hankook Winter i*cept evo2
Nuova mescola del battistrada di nano-silicio ad alta dispersione
Battistrada performante asimmetrico a doppia funzione
Lamelle 3D
Scanalature di trazione laterali a piccozza
Scanalature larghe
Spalla larga e blocco cubico ottimizzato

 

Fotogallery: Gomme invernali vs gomme estive: il test sulla neve