Tanto spazio e praticità in tre diverse dimensioni. E si guida anche bene

La Opel Zafira è stata una delle monovolume simbolo degli anni 2000. Con la nuova generazione però cambia radicalmente: guadagna Life nel nome - ora è Opel Zafira Life - e mette piede per la prima volta nel segmento delle people mover, anche conosciute come multispazio. È lei la protagonista di questo Perché Comprarla.

Pregi e difetti

La Opel Zafira Life è disponibile in tre diverse lunghezze: quella della nostra prova è la più lunga e tocca i 5 metri e 30 di lunghezza, ma volando si può optare per le varianti da 4 metri e 60 e da 4 e 90. Il frontale è la zona che richiama maggiormente il family feeling del marchio mentre il posteriore è meno caratteristico con l’ampio portellone e i fari verticali. Gli sbalzi sono ridotti per privilegiare lo spazio dentro e le portiere sono scorrevoli ad azionamento elettrico.

Opel Zafira Life 2019

All'interno non ci sono materiali pregiati: le plastiche a portata di mano sono dure e si alternano a superfici zigrinate, con i profili cromati delle bocchette che sono l’unico elemento di stacco su una plancia semplice ma organizzata. Nella parte alta trova posto il sistema di infotainment Multimedia Navi Pro con schermo da 7” compatibile con Android Auto e Apple CarPlay mentre più in basso i tasti dedicati alla climatizzazione e alla gestione di quattro frecce e porte laterali automatiche. Al centro del tunnel non c’è il bracciolo ma ci sono comunque tantissimi portaoggetti sparsi per l'abitacolo: due davanti al passeggero, uno sulla plancia, due tasche enormi nelle portiere.

Opel Zafira Life 2019

Dal posto guida si domina letteralmente la strada dato che, come altezza della seduta, siamo più in alto della maggior parte dei SUV sul mercato. La posizione di guida ideale si trova facilmente ma la consolle centrale è piuttosto ingombrante e proprio ad altezza ginocchio. La visibilità è ottima grazie alle superfici vetrate e così gli ingombri si percepiscono facilmente. Non è facile però trovare un parcheggio abbastanza grande e parcheggiare, ma per questo vengono in aiuto i sensori e la telecamera che però ha una risoluzione migliorabile.

Opel Zafira Life 2019

Il motore della Zafira Life della nostra prova è il più potente a listino, un 2.0 turbodiesel da 177 CV abbinato al cambio automatico a otto rapporti che è molto fluido e non strappa mai nemmeno in partenza. Ha 400 Nm di coppia massima disponibili già a 2.000 giri e questo le permette di avere un ottimo allungo considerando che le prime sei marce del cambio sono abbastanza corte con le ultime due di appoggio. L’assetto è confortevole con cerchi da 17" e pneumatici spalla 60 che assorbono davvero bene le asperità lascia passare solo le buche più profonde, con il contraccolpo che però non è mai fastidioso.

Lo sterzo è leggero in città e non brilla in precisione ma questo per via della massa e del baricentro alto che costringono ad avere un maggior rapporto di demoltiplicazione. Il rollio quindi è inevitabile ma l’assetto lavora bene contenendo le inerzie. A velocità autostradali il motore è silenzioso e anche il rotolamento degli pneumatici non dà mai fastidio. Si sentono i fruscii aerodinamici dato che la superficie frontale è praticamente piatta. Come optional ci sono tutti gli assistenti alla guida (che funzionano bene) tranne il sistema di mantenimento attivo della corsia.

Quanto costa

Il listino della Opel Zafira Life parte da 31.610 euro per il turbodiesel 1.5 da 100 CV in allestimento base Business. Se si vuole un po’ più di potenza si deve passare al 120 o al 2.0 da 150 CV a 32.010 e a 33.659 euro. Al top di gamma c'è il 177 CV da 36.958 euro. Questi numeri però si riferiscono alla lunghezza più corta, la S: ci vogliono 800 euro per passare dalla S alla M e 900 dalla M alla L. Quattro gli allestimenti disponibili: Business, Advance, Business Innovation e Innovation, con una differenza di 8.400 euro tra quello base e il top di gamma.

Fotogallery: Opel Zafira Life