Gli smartphone che oggi abbiamo in tasca costano tanto... come una macchina usata capace di “trasportarci” o “divertirci”, come quella scelta da Andrea nel suo video. E voi, come spendereste 1.500 euro?

Ormai non ce ne rendiamo conto, ma la tecnologica che tutti i giorni ci “portiamo in tasca” costa cara. Tanto cara. Ma ormai non ce ne accorgiamo più perché il prezzo dei nostri amati smartphone viene spesso diluito nel contratto telefonico e quindi con ci capacitiamo che il nostro telefono, di fatto, costa come un’automobile, usata naturalmente, ma fatta, finita e marciante.

Illuminato da questa connessione di budget, Andrea metterà a confronto due modi di “intrattenere”, uno tecnologico e uno meccanico, con due oggetti da lui acquistati di recente aventi circa lo stesso valore, 1.500 euro.

Magici Anni '90

Partiamo dalle basi: “smarthphone”. Al tempo questo termine non era ancora stato concepito. Per chi ha compiuto 18 anni nel 1999, “il telefonino” era quell’oggetto del desiderio che garantiva indipendenza sicura dai genitori.

Questi lo lo acquistavano spesso col motto “così so sempre dove sei” , e per fortuna che ci pensavano loro a pagarlo, visto che i prezzi erano alti quasi come quelli di oggi, coi modelli più cool come il Nokia 5110 che poteva costare 500.000 o anche 600.000 lire, a seconda di accessori vari come cover o le prime batterie al litio.

Budget 1.500 euro: comprereste un iPhone o una BMW?

Col telefonino in quel periodo… ci stavi al telefono e ci scrivevi gli sms, nulla di più. Quello che contava erano le dimensioni, nel senso che il cellulare doveva essere compatto e bello, ma pure divertente, col campione olimpico tra i giochi che per tutti rimane lo Snake dei Nokia.

Cellulati da sei milioni (di lire)

Nemmeno con un po’ di fantasia si sarebbero potuti ipotizzare i prezzi “del futuro” (quelli odierni - ndr) visto che oggi si potrebbe parlare serenamente di telefonini da tre, quattro, cinque o anche sei milioni del vecchio conio, includendo nella lista quelli “a libro” che costano tantissimo.

Volendo però rimanere nel nostro budget le alternative premium sono comunque tante: considerando Android c’è il Samsung S20 o parlando di Apple, come nel caso di Andrea, c’è l’iPhone 11 Pro che, in versione MAX e con tanti GB di memoria arriva appunto a quei famigerati 1.500 euro di cui sopra.

Budget 1.500 euro: comprereste un iPhone o una BMW?

Tante auto da 1.500 euro

Ma, se invece di un telefono, la necessità sia un pochino più voluminosa? Ecco che allora si apre un mondo, con persone che ultimamente, COVID o non COVID, hanno bisogno di più indipendenza e stanno cercando un’auto (usata) ma confortevole, quindi con almeno ABS e clima.

Budget 1.500 euro: comprereste un iPhone o una BMW?
Budget 1.500 euro: comprereste un iPhone o una BMW?

I modelli in questione sono davvero tanti, a seconda dei gusti e delle necessità di utilizzo: Citroen C1 o similari by Toyota o Peugeot, che del 2006-2007 si trova intorno a 1.500 euro, magari la meno pregiata 3 porte, mentre se volete valutare un’icona tedesca nota come Golf, troverete tantissime terza serie, ma anche con la quarta generazione si possono fare acquisti molto intelligenti.

E ancora, serve spazio? Una sola parola, Multipla... anche se qui l’offerta in buone condizioni scarseggia...

Se poi la vostra auto usatissima deve essere anche divertente, allora scoprirete vetture “particolari”, con tanto da dire e da dare, spesso dal fascino incompreso.

Fotogallery: Budget 1.500 euro: comprereste un iPhone o una BMW?

È il caso della BMW 323ti Compact e36 del 1998 di Andrea, un modello controverso, nato per contrastare l’egemonia della Golf di quegli anni usando quello che BMW aveva in casa, economizzando pure nel reparto sospensioni, eliminando il multilink al posteriore e dotando questa bavarese di un ponte a bracci oscillanti in odor di e30.

E sotto al cofano? 6 cilindri in linea da 170 CV tutti aspirati e che portano facilmente a spasso la massa ridotta di questo e36 corto, un modello che fa da perfetto collante tra la serie e30 e la e36.

Budget 1.500 euro: comprereste un iPhone o una BMW?

Pro&Contro… ma alla fine?

Spendere i vostri “euro” per un telefono nuovissimo vi permetterà di fruire più rapidamente e velocemente di tutte le connessioni e applicazioni di ultima generazione e di gestire il telelavoro in maniera migliore, che non è poco.

Lui vi dirà quali supermercati sono aperti, quanta fila è prevista, dove fanno sconti, e quanto traffico c’è per arrivarci... ma se ci pensate per vivere queste situazioni, serve un’auto e magari, come nel mio caso, dotata di ABS, aria condizionata e controllo di trazione, 4 posti comodi e un bel bagagliaio.

Budget 1.500 euro: comprereste un iPhone o una BMW?

Una scelta davvero ardua insomma che, grazie alla nostra interpretazione, vi farà riflettere, sia che siate automobilisti, appassionati oppure incalliti smartphone addicted!