Il B-SUV tedesco si aggiorna con un restyling che interessa estetica, tecnologia e personalizzazione. La diesel TDI è anche Quattro

Nel 2015 il pianeta “B-SUV” si arricchisce di un’auto destinata a diventare una delle best-seller tra i modelli premium del segmento, ma oggi qualcosa doveva per forza cambiare.

In questi ultimi anni infatti, la concorrenza è cresciuta a dismisura a tutti i livelli, così anche la Audi Q2 ha avuto bisogno di ricalibrare i suoi contenuti, affinando lo stile, migliorando l’offerta tecnologica e innalzando ancora l’asticella per quel che riguarda le motorizzazioni e le possibili personalizzazioni.

E non è un caso se la protagonista del #PerchéComprarla è portatrice di tutti questi nuovi contenuti, grazie alla sua tinta “verde Mela” e a un allestimento assai accattivante.

Clicca per leggere
Dimensioni | Interni | Guida | Consumi | Prezzi

Pregi e difetti

Ci piace Non ci piace
Telaio efficace Assetto sportivo rigido
Handling piacevole Prezzo molto elevato
Personalizzazione elevatissima Dotazione migliorabile

Verdetto

8.3 / 10

La piattaforma MQB si conferma una valida scelta anche per l’Audi Q2 che continua a trasmettere un elevato piacere di guida che, a seconda dell’allestimento, può essere orientato ad una sportività più o meno spinta: a voi la scelta. Per i più esigenti la trazione integrale Quattro è ora disponibile anche sul TDI da 150 CV, oltre che sulla potentissima SQ2.  

La personalizzazione sulla Q2 acquisisce, se possibile, un’importanza ancora più strategica: le novità tra i pacchetti accessori distanziano infatti la Q2 da molte sue avversarie, elevandone il prestigio ma, al contempo, facendo lievitare in maniera estrema anche il prezzo. 

Audi Q2_01

Dimensioni, bagagliaio e spazio

Compatta, lunga 4 metri e 20, proporzionata e con un baricentro più alto: la formula è quella giusta per conquistare chi è alla ricerca di un SUV tuttofare che offre, tra l’altro anche una buona capacità di carico. In questa configurazione infatti, quindi con la sola trazione anteriore, il bagagliaio parte da 405 litri, ma abbattendo il divano posteriore dalle apposite leve poste sugli schienali, si arriva 1.050 litri totali.

Audi Q2 2021, sedili posteriori

L’accesso posteriore è buono così come l’accoglienza dei tre posti. Persone di altezza media dietro possono viaggiare abbastanza comodamente, soprattutto se si tratta delle sedute laterali, mentre al centro il confort è più limitato. Inoltre, anche il tunnel posteriore risulta poco fornito: mancano le bocchette di aerazione e non ci sono nemmeno le prese USB dedicate, mentre è presente solo una uscita 12V.

Le misure

 

Fuori

 

Lunghezza

4,21 metri

Larghezza

1,79 metri

Altezza

1,51 metri

Passo

2,60 metri

Dentro

 

Bagagliaio

405 / 1.050 litri

Plancia e comandi

Basta un rapido sguardo a volante, strumentazione e tunnel centrale per capire di essere a bordo di un’Audi Q2, con tutti gli annessi e connessi. Le plastiche, soprattutto sul pannello porta, evidenziano le solite differenze, con quelle più dure che si manifestano in basso e che migliorano salendo.

Audi Q2 2021

Su questa S Line Edition non mancano poi sedili ben profilati, volante e pedaliera sportiveggianti e, non ultima, una spettacolare illuminazione notturna modificabile in intensità e colore, esaltata dalle nuove finiture in rilievo. Oltre alle prese USB e AUX, si può avere anche la base di ricarica wireless per lo smartphone. 

La novità - letteralmente - più grande è l’arrivo Virtual cockpit da 12,3 pollici arriva di serie anche sulla Q2 e che rende funzionale e scenografica (per tutte le vesrioni) la fruizione di tutte le informazioni da consultare.

Audi Q2 (2020)

Lo schermo centrale da 8,3 pollici invece è di tipo tradizionale, posto in alto e lievemente arretrato è ben visibile e, non essendo touch, richiede di essere sfruttato interamente tramite il controller centrale o i tasti sul volante multifunzione, una pratica ormai in dismissione ma valida per sicurezza e rapidità di consultazione. Non mancano Apple Car Play, Android Auto e una elevata connettività per beneficiare di servizi e aggiornamenti anche in remoto. 

Come va e quanto consuma

Le sospensioni anteriori MacPherson e il ponte torcente dietro, abbinate a un assetto pneumatici di misura 235/40 da 19 pollici che vedete in queste immagini, rendono la “nostra” Q2 di colore Verde Mela abbastanza rigida. Ne consegue che l’optional delle sospensioni a controllo elettronico, se scegliete questo tipo di allestimento, diventa indispensabile a smorzare le asperità delle strade meno levigate.

Audi Q2 (2020)

La nota piattaforma MQB si conferma comunque assai azzeccata e il peso abbastanza contenuto di questa Q2, di circa 1.400 kg, ne valorizza la dinamica di guida frizzante, specie se il motore risponde bene agli “input” del vostro piede destro.

Si tratta del 1.5 TFSI, un 4 cilindri a benzina da 150 CV e 250 Nm di coppia da 1500 a 3.500 giri che, sebbene non possa essere definito “sportivo” asseconda bene sia chi preferisce andature calme e nel massimo silenzio, sia chi gradisce ogni tanto godersi il piacere di una sana accelerazione termica, ben gestita dal cambio a doppia frizione e 7 rapporti.

Audi Q2_40

I 50 litri di capacità del serbatoio offrono una buona autonomia generale, in relazioni alle prestazioni offerte dal frizzante motore abbinato al cambio automatico. In città, nel traffico da zona Gialla, abbiamo percorso circa 12,8 km al litro, mentre si sale a quasi 15 in extraurbano, mentre si scende a circa 13 in autostrada, per una media di circa 13,5 km con un litro senza troppe precauzioni.

Versione provata

 

Motore

35 TFSI S-Tronic (Turbobenzina L4)

Potenza

150 CV

Coppia

250 Nm

Cambio

Doppia frizione a 7 rapporti

Trazione

Anteriore

Prezzi e concorrenti

La gamma a benzina dell’Audi Q2 ha prezzi compresi tra circa 28.000 euro della 30 TFSI fino a superare i 55 della SQ2 Sport Attitude, mentre per i diesel si parte dalla 30 TDI da circa 29.200 euro e oltrepassano i 43.000 euro per la 35 TDI Quattro S-Tronic Identity Black.

La concorrenza è in buona parte tedesca, con le prime della lista da citare che sono la Volkswagen T-Roc e BMW X2, ma anche MINI Countryman e Mercedes GLA.

La questione si amplia poi se si vogliono considerare anche alternative ibride di gran moda, come la Toyota C-HR oppure ancora, Crossover nordici di dimensioni leggermente più grandi, ma paragonabili alla Q2 per il prezzo, come la Volvo XC40.

Fotogallery: Audi Q2 (2020)