Volkswagen Golf Cabriolet GTI, aperta senza rinunce

La mitica sigla GTI fa la sua apparizione anche sulla Volkswagen Golf Cabriolet. Un'attesa durata 36 anni e passata attraverso ,8 milioni di unità vendute, numeri impressionanti che parlano da soli, a testimonianza di un fenomeno veramente unico nel panorama automobilistico mondiale. Non rinuncia a nessuna delle caratterizzazioni tipiche della consorella berlina, a cominciare dal tipico rivestimento dei sedili sportivi in tessuto quadrettato Jacky, mentre all'esterno l'uso abbondante di strutture a nido d'ape per calandra del radiatore e prese d'aria varie non lascia dubbi sulla vera natura di questa Volkswagen Golf Cabriolet GTI, con le tre lettere della sigla incorniciate dai classici listelli rossi orizzontali . Nella parte posteriore troviamo i gruppi ottici a led, il nuovo diffusore e i terminali di scarico cromati, mentre nella vista laterale spiccano i cerchi da 7" Denver di serie o da 8" Detroit gommati 225/45/7 o 225/4/8.

GTI APERTA A TUTTI

La già moderata cattiveria della berlina qui risulta ulteriormente "annacquata" dalla presenza della capote in tela, anche se a parziale compensazione interviene il parabrezza più corto e l'altezza totale inferiore di circa 8 cm, che, unitamente ad una parte posteriore più libera da lamierati, fanno apparire la vettura più larga e schiacciata. Come sempre in questa tipologia di vetture, l'appeal cresce notevolmente a capote abbassata: l'assenza del roll bar centrale, le dimensioni generali non eccessive ed il grande equilibrio t...