Seat Mii: briosa e semplice, ma di qualità

La prova in anteprima della Seat Mii ci ha portato a Barcellona, patria della Casa spagnola e città che ha ispirato lo stile della nuova citycar. La Seat Mii, per quanto sorella dalla Volkswagen up!, ha infatti numerose caratterizzazioni estetiche che la rendono "latina" e la identificano da subito come appartenente alla famiglia Seat. Quello che più ci interessava capire da questa prima presa di contatto con la Mii era la dinamica e il livello prestazionale del tre cilindri 1.0 da 60 CV. Quest'unità, fino ad ora esclusa dalla gamma italiana di VW up!, è infatti destinata a motorizzare quella versione base della Mii che sarà venduta da maggio 2012 ad un prezzo inferiore ai 9.500 euro. La vettura che abbiamo testato lungo le trafficate "Avingudas" catalane e sulle ormai silenziose strade del "Circuito de Montjuïc" di Formula 1 è una Seat Mii 3 porte 1.0 60 CV nel ricco allestimento Style, con pacchetto Sport e numerosi accessori. La 5 porte verrà svelata a breve, entrerà nei listini italiani sempre a maggio e come la 3 porte sarà lunga 3,56, larga 1,64 e alta 1,48 metri.

STILE "LATINO"

Il lavoro di personalizzazione di marca impostato sulla Seat Mii appare da subito apprezzabile ed equilibrato, coinvolgendo la calandra a "V" in stile Ibiza, le generose prese d'aria frontali, i gruppi ottici anteriori e posteriori e l'andamento della linea di cintura, orizzontale su tutta la fiancata a differenza della up! Un'impressione di solida semplicità pervade tutti i dettagli, dai bei cer...