Volkswagen Golf Sportsvan, spaziosa e tutta da guidare

A quanto ricordo la Volkswagen Golf Plus non è mai stata un'auto dal successo travolgente, almeno in Italia, ma la Casa tedesca non demorde e rilancia la sfida alle MPV compatte con l’inedita Golf Sportsvan. La monovolume basata sulla nuova Golf si rivolge alla clientela in cerca di spazio e praticità che non vuole passare alla familiare Golf Variant, anche se a dire il vero il pubblico nostrano sembra preferire il genere SUV/crossover. Solo il mercato saprà giudicare la Golf Sportsvan, soprattutto nel confronto con le rivali dirette Ford C-Max, Citroen C4 Picasso e Toyota Verso (senza dimenticare Mercedes Classe B e BMW Serie 2 Active Tourer), ma una prova in anteprima sulle strade della Costa Azzurra mi ha già dato qualche indicazione su questo nuovo modello che si annuncia più grande, leggero, efficiente e dotato negli ausili alla guida. LINEE TAGLIENTI E RICERCATE L'aspetto esterno della Volkswagen Golf Sportsvan mi pare un buon mix fra lo stile frontale della Golf 7 e le grandi superfici vetrate del Touran, con una compattezza d'insieme alleggerita dagli alti finestrini laterali; lunghezza e larghezza maggiori si notano appena, mentre i 12,7 cm in più in altezza caratterizzano in maniera particolare la Sportsvan che sembra quasi chiedere un paio di porte scorrevoli posteriori. Dentro c'è un ambiente molto simile a quello della Golf, soprattutto a livello di strumentazione e console centrale con grande schermo touch, anche se qui c'è una posizione di guida rialzata ch...