Chevrolet Camaro Convertible, arriva la Yankee

Esotica alle nostre latitudini, un grande classico al di là dell'oceano. E' la Chevrolet Camaro, che dopo 45 anni e cinque generazioni sbarca in Europa per festeggiare i 100 anni di Chevy. Vettura che da sempre è un pezzo ambito per i collezionisti di auto made in USA e che fino ad oggi hanno dovuto affidarsi ad importatori paralleli, per la prima volta arriva attraverso la rete ufficiale europea della Casa del Cravattino. Per il momento è prevista l'importazione di circa 1.800 esemplari, ad un prezzo di 39.325 euro per la versione coupé e 44.370 euro per la ancor più ricercata versione cabriolet Camaro Convertible. Abbiamo potuto guidare quest'ultima in Svizzera, sulle stesse strade di La Chaux-de-fonds in cui giocava da bambino Louis Chevrolet, prima di partire per l'America dove il 3 novembre 1911 diede vita ad un marchio che successivamente avrebbe fatto la storia degli USA a motore.

VIETATA AI TIMIDI

Nonostante sia un'auto "americana", la Chevrolet Camaro è ormai una vecchia conoscenza per il pubblico del Vecchio Continente grazie alla popolarità che negli ultimi tempi si è guadagnata con la saga hollywoodiana "Transformers". Ciò non significa minimamente però che passi inosservata: il design retrofuturistico e le imponenti dimensioni (4,84 metri di larghezza, per 1,92 metri di larghezza), amplificate dalle grandi ruote da 20", dal tetto basso, dalla altissima linea di cintura e alcune delle sgargianti tinte disponibili (la nostra versione è in un bell'arancio perlato, con...