Jaguar F-Type SVR, è sempre un piacere

Ogni volta che si  sale su un "mostro" da oltre 500 CV, le emozioni si alternano. Euforia, curiosità, timore e tanta, tanta adrenalina. Quando però accendi una Jaguar F-Type SVR, tutto improvvisamente si quieta, o meglio sparisce, e resta solo lui, il fantastico rombo dell’otto cilindri 5 litri, capace di far venire i brividi a chi guida, di far voltare la testa di chi ti vede passare e, soprattutto, di far sembrare questa F-Type SVR viva. Perché non è solo un suono, è come fosse l’espressione della sua anima.


Com’è


La linea della F-Type, sia che si tratti di questa versione SVR o le altre più "tranquille", sembra non accusare il passare del tempo. Cofano lungo, abitacolo arretrato e dimensioni compatte sono il suo marchio di fabbrica e qui i tecnici del reparto SVO (Special Vehicle Operation, la divisione sportiva del gruppo Jaguar - Land Rover) sono riusciti ad aggiungere una bella dose di aggressività senza snaturare lo stile british. Specifiche di questa versione sono le due prese d’aria maggiorate all’anteriore, necessarie vista l’iniezione di potenza riservata al V8 sovralimentato, e lo spoiler posteriore attivo in carbonio che regola la sua posizione in base al programma di guida selezionato. Che si tratti di una SVR lo suggeriscono anche l’estrattore posteriore ridisegnato che ingloba i quattro scarichi e lo splitter anteriore, oltre ai badge presenti qua e là s...