Lexus CT Hybrid, la prova dei consumi "reali"

Ok, è verniciata in rosso brillante, ha i cerchi antracite da 17", un bel repertorio di spoiler, alette e alettoni degne di una GT e fa un figurone quando passa, ma la Lexus CT Hybrid F Sport non è una sportiva! La sua missione, perfettamente compiuta nel mio percorso di prova Roma-Forlì, è quella di consumare poco e offrire comfort di viaggio a chi vuole una compatta di lusso. Con la cinque porte ibrida premium giapponese ho infatti messo in archivio un bel 3,88 l/100 km nel tragitto standard di 360 km, ovvero oltre 25 km con un litro di benzina, come non ero riuscito a fare neppure con l'efficiente "sorella" Toyota Auris Hybrid. La quinta posizione nella classifica delle auto che consumano meno non gliela toglie nessuno, così come il primato fra le ibride tradizionali. Sulla CT Hybrid mi hanno impressionato anche i 4,5 l/100 km nell'uso quotidiano cittadino, i 3,1 l/100 km sul percorso standard dell'economy run e i 5,0 l/100 km del tragitto inverso Forlì-Roma fatto a velocità sostenuta. La modalità di guida puramente elettrica resta invece limitata a poco più di 2 km nell'uso quotidiano, anche se in condizioni ideali sono riuscito a percorrere 7,5 km con la sola batteria, record personale per un'ibrida non plug-in.

 

Tutta questa efficienza, ottenuta con l'ormai classico schema Toyota di motore a benzina 1.8 e motore elettrico che si "aiutano" a vicenda, non è però a buon mercato, visto che la CT Hybrid provata con fari a LED e cerchi Zenga opzionali arriva a costare 35.522...