Peugeot iOn, guidare senza rumore

Ready e silenzio. Una spia verde e la totale assenza di rumore è il modo con la quale la Peugeot iOn saluta il proprio guidatore non appena si gira la chiave. Proprio come su un'auto normale. Il confronto con la sorella Mitsubishi i-MiEV è inevitabile e la iOn mostra una maggiore attenzione nei materiali e nei colori senza mutare l'impostazione dell'abitacolo, davvero accogliente in rapporto alle dimensioni esterne.

DOCILE E SILENZIOSA

Sulla finta leva del cambio - che è in realtà un selettore di modalità di marcia perché un cambio meccanico le elettriche non ce l'hanno - manca la posizione B che consente un maggiore recupero di energia in frenata, situazione che sulla francese è affidato totalmente all'elettronica. In D e sollevato il piede del freno la leoncina elettrica si muove lentamente come farebbe una normale auto con il cambio automatico, accarezzando l'acceleratore parte morbida e premendo un po' di più fornisce un'accelerazione facile, leggera e prodigiosamente silenziosa. Ma è in ripresa dalla andature medio basse che la iOn sorprende per vigore grazie alla sua coppia di 180 Nm da 0 a 2.000 giri/min e il passaggio 30-60 km/h viene chiuso in 3,5 secondi, un tempo impossibile persino per la 207 1.6 THP da 150 CV con il cambio in terza. I 47 kW (64 CV) da 3.500 a 8.000 giri/min, lo 0-100 km/h in 15,9 secondi e i 130 km/h sono dati poco indicativi e che dicono poco delle sensazioni che la guida elettrica fornisce.

UNA BUONA AUTONOMIA

Ci sono però anche le ansie e guidat...