Renault Talisman Sporter, comodità per tutti

A vederle da davanti è impossibile distinguere una Renault Talisman Sporter da una berlina, perché le linee frontali sono le stesse, con la grossa calandra cromata, una losanga grossa così in centro e i fari a LED che disegnano una C rovesciata che permettono di riconoscerla a distanza. Spostandosi di lato, invece, la differenza c'è, non tanto a livello di lunghezza (la station wagon è più lunga di 16 mm), ma a livello di ingombri, perché è stato aggiunto un volume, quello del bagagliaio. Secondo il designer Laurens van den Acker, "la Sporter è il prolungamento naturale della berlina, dalla quale riprende le proporzioni dinamiche, il profilo filante e la linea di cintura alta, trasmettendo un'impressione di lunghezza e di larghezza".


Tutti a bordo!


E' salendo a bordo che mi accorgo della vera differenza, soprattutto sedendomi dietro. Sono alto 1,80 metri e non sono proprio smilzo, ma lo spazio che ho a disposizione (soprattutto davanti alle gambe e sopra la testa) è sufficiente per viaggiare comodo senza inventarmi posizioni strane: rispetto alla versione berlina, il cielo nella zona posteriore ha guadagnato 3,2 cm di altezza, mentre da porta a porta ci sono 1.461 mm. Chi ha bisogno di spazio per caricare è accontentato, perché il bagagliaio in versione "standard" è capace di trasportare valigie per 572 dm3; non dite a vostra moglie che si possono abbattere i sedili posteriori, altrimenti...