SsangYong XLV, lo spazio facile

"Spazio ultima frontiera". Non me ne vogliano i fan di Star Trek, ma appena sono salito sulla nuova SsangYong XLV (che sta per eXtra Lifestyle Vehicle) mi è venuto in mente questa frase. Lo spazio, infatti, è sicuramente il cavallo di battaglia di questo nuovo crossover che prendendo forma (e forme) dal SUV Tivoli ne accentua le caratteristiche di abitabilità regalando una volumetria degna di un piccolo van. Con XLV SsangYong, dunque, rafforza ulteriormente quel concetto di "essere differente" (Be Different) lanciato come slogan un anno fa circa concretizzandolo di fatto nel primo Wagon SUV (o Crossover Wagon come dice la Casa) che arriva sul mercato e che nel rapporto valore/prezzo ci appare decisamente interessante.


Com'è


Esteticamente, come detto, riprende quasi al 100 % le linee del fratello minore Tivoli da cui eredita anche la piattaforma base con passo da 2.600 mm. Le linee della carrozzeria sono piuttosto nette, molti gli angoli, ma nel complesso si presentato armoniose e danno, soprattutto al frontale, quel pizzico di aggressività "sportiva" che può risultare simpatica. Rispetto a Tivoli la lunghezza complessiva aumenta di quasi 24 centimetri fermandosi, però, a 4,44 metri, quindi ampiamente in linea (anche un pizzico al di sotto) con altri modelli del segmento wagon compatte. Se nel frontale, come detto, le linee mi sono sembrate sufficientemente accattivanti, qualcosa in più si poteva fare per il posteriore sopr...