Lexus IS restyling, è sempre un piacere

L'avevamo vista nel maggio del 2016, la Lexus IS restyling, al suo debutto al Salone di Pechino. Ora, a distanza di diversi mesi, è arrivato il momento di mettersi dietro al volante e di portarla "a fare un giro" per Roma, città scelta dalla Casa per la presentazione alla stampa europea. E quale metropoli meglio della Capitale tra code, ingorghi e blocchi del traffico, può far apprezzare il powertrain ibrido che equipaggia questa IS? Una prerogativa, quella della doppia alimentazione, che però non appartiene più solamente alla berlina media del marchio premium di Toyota, ma che si trova anche su agguerrite concorrenti che rispondono al nome di Mercedes Classe C 300 h, BMW 330e ed Infiniti Q50.


Com'è


Prescindendo per un attimo dal fatto che ognuno ha i propri gusti, questa Lexus IS 300h è bella. Lo era già prima ma, ora che i progettisti nipponici le hanno donato un nuovo frontale simile a quello dei modelli più recenti, la IS è ancora più aggressiva. La grossa calandra "a clessidra" è stata ulteriormente ampliata grazie ad un nuovo paraurti che ora la fa arrivare fino a terra e che aggiunge due nuove prese d'aria laterali che rendono il "muso" ancora più importante. Anche i gruppi ottici sono stati aggiornati: i proiettori principali ora sono a LED e le due "frecce" per le luci diurne sono state ingrandite. Lateralmente la IS cambia poco ma, si sa, nei restyling sono le "parti molli" - in...