Mazda6, la prova di Matt con il 2.2 turbodiesel da 175 CV [VIDEO]

Nella sua generazione precedente, la Mazda6 era macchina molto soddisfacente perché capace. Per dirla nella mia lingua, molto capable, che vuol dire anche abile, brava. Ma direi anche “invisbile” in Italia e comunque con una scarsa presenza sul mercato europeo. Tutto questo, però, sta per cambiare e fra poco vedremo esattamente di quanto.

Io adoro il linguaggio estetico della fiosofia Mazda chiamata “Kodo”. Proviene dal mondo animale e vuol dire ‘pronta a lanciarsi’... una traduzione tutta mia. E si vede. Ma una macchina in questa fascia di mercato in Italia non può “guadagnarsi da mangiare” solo in base al look esterno: il comfort e la tecnologia contano tanto. Comunque questa Mazda6 mi piace un sacco soprattutto a causa di come si presenta ai miei occhi. Le proporzioni sono così giuste e accattivanti! Non a caso, infatti, la Mazda6 è arrivata tra le tre finaliste per il prestigioso premio World Car Design 2013. E poi, guidare la versione di questo Matt Test, con il motore Skyactiv-D 2,2 litir da 175 CV (e con una montagna di coppia, 420 Nm) è come assistere a un’opera d’arte tecnologica, con uno spirito sportivo sempre pronto a manifestarsi. E, ragazzi, questo motore è anche già omologato Euro 6: guardate il video per tutti i dettagli!!

Ogni aspetto della dinamica ed il comfort del pilota e dei passaggeri è migliorato in un modo più che impressionante. Ed anche in questa motorizzazione, i consumi e le emissioni sono a livello di un propulsore ben più tranquillo: si fanno in m...