Opel Astra GTC, il Fulmine più sportivo

Non chiamatela 3 porte: è vero che c'è la 5 porte e la station wagon, ma la nuova Opel Astra GTC non è una semplice versione con due porte in meno della compatta di successo di Russelsheim, ma un modello con una personalità ben definita. Sotto ogni aspetto, dal look al comportamento su strada, che è davvero apprezzabile come abbiamo potuto constatare sulle belle strade di Palma de Mallorca dove la Casa del Fulmine ha presentato la seconda generazione di Astra GTC e ideale erede di due due coupé che soprattutto in Italia hanno lasciato il segno: Calibra (27.000 vetture vendute dal 90' al '97) e Tigra (74.000 dal '95 al 2000).

NON CI SIAMO GIA' VISTI?

Il family feeling è quello della nuova Astra lanciata nel 2009, ma vista da vicino si scopre che in realtà la nuova Opel Astra GTC ha pochissimo in comune con le altre due versioni in gamma. Solo antenna, retrovisori e maniglie per l'esattezza, mentre il resto della carrozzeria è stato modellato all'insegna del dinamismo e della sportività. Nel frontale, ad esempio, i gruppi ottici sono specifici, è stata "chiusa" la griglia superiore e ampliata quella inferiore, mentre la parte bassa del paraurti è più pronunciata e completata da una appendice per aumentare la deportanza. Nella vista laterale si fa notare un parabrezza che più inclinato non si può e le fiancate vivacizzate da due scalfature. Quella superiore ruota intorno alla maniglia, definisce i larghi fianchi e si chiude alla base del sottile lunotto in una sorta di spoiler m...