Opel Zafira, hi-tech per sette

Si può dire quel che si vuole delle "vecchie" monovolume, ma sono tuttora il meglio, per chi cerca il massimo spazio all'interno di una determinata lunghezza. Migliori anche dei SUV, che sono più alti da terra e dunque offrono meno spazio nell'abitacolo. Anche per questo Opel continua a crederci e, a ottobre, arriva nelle concessionarie il restyling della Zafira, capiente come sempre, ma più aggressiva che mai nel look. L'ho provata in anteprima dei dintorni di Francoforte, ecco come va.

 

Com'è

 

Il grande cambiamento è fuori, ma non posso non partire da dentro. E' qui che si vive una MPV ed è qui che si pretende il meglio. La Zafira restyling non delude, a partire dal bagagliaio, che fa segnare un bel 710 litri di capacità in configurazione 5 posti, 1.860 a due; c'è spazio giusto per qualche "ventiquattrore", invece, quando anche la terza fila di sedili è in posizione. A proposito: il sesto e settimo posto, nonostante il lavoro degli ingegneri Opel per andare a "limare" ogni mm, restano consigliabili per persone alte al massimo 165 cm, visto che lo spazio per i piedi e per la testa è davvero limitato. Rivisto pesantemente il sistema di infotainment, che guadagna l'hotspot wi-fi (optional disponibile da fine anno) e l'Intellilink, ovvero la connettività con Android Auto ed Apple CarPlay. Non solo: lo spostamento dello schermo più in basso e l'adozione di un touchscreen hanno semplificato la navigazione tra le varie funzioni. Non mancano inoltre i fari adattivi con luci diurn...