Opel Ampera: l'abbiamo guidata

Un anno prima per conoscersi meglio. L'Opel Ampera è l'auto elettrica ad autonomia estesa gemella della Chevrolet Volt che il marchio tedesco commercializzerà tra 12 mesi in Europa al prezzo di 42.900 euro e che OmniAuto.it ha avuto l'occasione di provare in anteprima sulle strade di Roma.

LO STILE

La parentela con la Volt è innegabile così come la somiglianza con altre auto ibride ed elettriche. La forma segue la funzione perché l'aerodinamica è ancora più fondamentale per le auto elettrificate e la cura di questo aspetto appare maniacale. Si vede subito che l'Ampera non è un'auto normale, anzi è quasi una show car e molti dettagli sottolineano questa particolarità, quasi che questa diversità sia voluta. Per dare più equilibrio, c'è una fascia nera lucida che abbassa visivamente la linea di cintura mentre i due boomerang anteriori, che incorporano i gruppi ottici e i fari di profondità, rappresentano un elemento originale che potremo ritrovare anche su altre Opel. Vista da dietro, lo spoiler e la cromatura sottostante, insieme all'andamento orizzontale dei gruppi ottici, esaltano la presenza della vettura su strada.

L'ABITACOLO

L'Ampera è nei fatti una coupé 4 posti lunga 4 metri e mezzo con una buona abitabilità e un bagagliaio da 300 litri. L'abitacolo è tagliato in due dal massiccio tunnel centrale sotto il quale è posizionata la batteria a T. Il resto sta sotto i due sedili posteriori individuali. Tutti e quattro sono rivestiti in pelle bicolore grigio scuro e rosso, in tono...