BMW M5 Competition, ancora di più

Una versione ancora più potente, ancora più veloce, ancora più estrema della BMW M5. Dopotutto, questo è esattamente ciò di cui la berlina tedesca ha sempre avuto bisogno, giusto? Ricapitoliamo: l'attuale M5 "normale" ha una potenza di 600 cavalli, la trazione integrale, che puoi disattivare se vuoi creare grosse nubi di fumo e in pista si lascia dietro tante berline che vogliono fare le sportive. Ora con la versione Competition fa ancora di più.

Com’è

La BMW M5 Competition gioca a travestirsi da M5 “normale”, ma viene scoperta grazie a piccoli dettagli come i nuovi cerchi da 20” o dai dettagli in nero lucido. Una tinta scelta per i tubi di scarico, l’estrattore e il classico doppio rene anteriore. Poi stop, la Competition fa terminare qui le sue differenze con la sorella da “appena” 600 CV. Significa quindi che ci sono le classiche prese d’aria dalle dimensioni generose, le appendici aerodinamiche mai troppo vistose e i badge “M5” sparsi qua e là. Stessa storia anche in abitacolo, con la strumentazione digitale “old school” (quella nuova debutterà con la BMW X5), il monitor centrale e tanti piccoli/grandi dettagli che danno l’idea della sportività intrinseca della M5 Competition. I sedili in pelle sono sportivi e comodi, ci sono dettagli rossi (come il pulsante di accensione) e i tasti “M1” ed “M2” sul volante.

Leggi anche:

Come va

La novità che più colpisce non la si vede ma li...