Nuova BMW Serie 6 Coupé: il ritorno del piacere

Per saggiare in anteprima le doti della nuova BMW Serie 6 Coupé abbiamo percorso il tratto stradale Brescia-Cremona-Mantova-Brescia che sotto forma di circuito chiuso fu il palcoscenico trionfale della BMW 328 Coupé, vincitrice con Fritz Huschke von Hanstein nella Mille Miglia del 1940 (Gran Premio Brescia delle Mille Miglia). La nuova "6" tedesca si propone come massima espressione della due porte sportiva di lusso per regalare grandi soddisfazioni al guidatore e ai passeggeri e possiamo già anticiparvi che ci riesce in pieno. Viene infatti da chiedersi in che modo una simile 2+2 d'alta gamma avrebbe potuto deludere le attese di una ristretta nicchia di affezionati clienti che ne apprezza le grandi qualità stradali e lo stile raffinato e sportivo al tempo stesso. L'unica critica che le si può muovere è quella di non osare molto in tema di design, ma occorre vederla dal vero per capire quanto tempo sia passato dal "lontano" 2004 in cui debuttò la sua progenitrice. Questo "classico moderno", erede di una lunga tradizione di coupé nata nel 1939 con la BMW 327/328 non può permettersi il lusso di azzardare rivoluzioni stilistiche e nonostante tutto segna un grande passo in avanti. Ma andiamo a vedere come si presenta e come va questa nuova BMW Serie 6 Coupé, versione chiusa della Cabriolet da noi già provata qualche mese fa.

IL TETTO LE DONA

Esternamente la BMW 640d Coupé a nostra disposizione (89.388,74 euro di listino) appare ancora più riuscita e "compiuta" della già apprezzabil...