Il "fisico" atletico di sportive o GT è sempre affascinante, una variante che però esige qualche sacrificio. Ecco pregi e difetti

Sinonimo di sportività, ma anche di eleganza, la coupé è una delle tipologie di auto più desiderate di sempre. Il motivo non sta tanto nell’esclusività, visto che ce ne sono sempre state anche di relativamente accessibili, ma nel fatto che si tratta di un vero e proprio "sfizio", come del resto la sua controparte “aperta”, la cabriolet.

La classica sportiva a tre porte infatti ha molti pregi, anche tecnici, ma impone dei sacrifici sul piano pratico; dunque, chi la sceglie è consapevole che dovrà rinunciare ad alcune comodità rispetto ad una più classica berlina, ripagate però da aspetti legati all'emozionalità.

Sportiva classica

La parola coupé significa letteralmente “accorciata” (dal verbo francese “couper”, “tagliare”) perché queste vetture storicamente sono appunto derivare da berline con lunghezza e passo ridotti. Per lo stesso motivo in Italia è stato a lungo usato anche il termine “berlinetta”, oggi un po' passato di moda.

Non bisogna però confonderle con le berline a due porte, che erano piuttosto diffuse fino agli anni ’70: rispetto a queste, le coupé hanno di solito una linea del posteriore più slanciata e un lunotto più inclinato, anche se molte conservano un baule un bagagliaio con classico coperchio e lunotto fisso in qualche caso, da un portellone (come sulla seconda serie della Fiat 128 Coupé o la Opel Manta CC) per recuperare un po’ di praticità.

Fotogallery: Audi A5 Coupé 2021

Sempre più "di lusso"

Ai giorni nostri, i modelli a tre porte sono sempre più rari soprattutto sui modelli compatti, e molte berline che solitamente offrivano 3 o 5 porte oppure un vero e proprio modello coupé (come Renault Megane Coach) oggi preferiscono concentrarsi sulla sola carrozzeria a 5 porte, allestendo su quella anche le versioni sportive.

Restano invece un must nei segmenti superiori, come dimostra l’abbondanza di proposte nelle gamme dei costruttori premium come Mercedes, che offre questa variante per Classe C, E ed S, e BMW con le Serie 2, 4, 6 e 8, senza dimenticare Audi TT e A5, Lexus RC ed LC.

Fotogallery: Nuova BMW M4 Coupé

In più ci sono le grandi GT da turismo come la Bentley Continental GT, Aston Martin DB9 e derivate e volendo anche le 2+2 Ferrari, almeno fino alla 612 Scaglietti visto che dalla FF in poi il Cavallino ha optato per una configurazione shooting brake a 2 porte. Queste hanno linee da coupé e prestazioni elevate, ma dimensioni e comfort da berline a tutti gli effetti.

Fotogallery: Bentley Continental GT Mulliner coupe

Diverte, ma costa

La qualità principale della coupé è l’aspetto sportivo che non riguarda soltanto l’immagine: in quanto più corta, bassa e (non sempre) leggera della corrispondente berlina, ha prestazioni migliori e spesso per a questa carrozzeria sono stati riservati i motori più potenti e le dotazioni tecniche al top, per esaltarne il dinamismo.

Questo però come intuibile, ha un prezzo anzi, diversi. Costa di più a parità di motorizzazione (anche perché tende ad essere più ricca nell’equipaggiamento o meglio rifinita), ed è meno pratica perché la linea ribassata e le sole due porte rendono un po’ meno comodo l’accesso all’abitacolo e soprattutto ai posti posteriori, solitamente al massimo due.

Fotogallery: Mercedes Classe E 53 AMG Coupe (2020)

Anche il vano di carico, che in realtà spesso non è molto inferiore a quello della corrispondente berlina, si sfrutta meno bene, specie se mancano sedili abbattibili dove presenti. Come accennato in precedenza, in qualche caso si rimedia con la presenza di un portellone che però a livello strutturale richiede rinforzi e quindi aumenta il peso.

Inoltre, se la guida è più sportiva, non è detto che le prestazioni assolute siano migliori e di sicuro non lo sono i consumi, come dimostra la tabella qui sotto in cui abbiamo confrontato alcuni modelli coupé con le rispettive berline.

Modello

Audi A5 40 TFSI

Audi A4

40 TFSI

BMW 420i Sport

BMW 320i Sport

Mercedes E 220 d Coupé

Mercedes E 220 d

Lunghezza 467 cm 476 cm 464 cm 471 cm 484 cm 494 cm
Passo 276 cm 282 cm 281 cm 285 cm 287 cm 294 cm
Bagagliaio 410 litri 420 litri 440 litri 480 litri 425 litri 540 litri
Peso 1.560 kg 1.560 kg 1.525 kg 1.570 kg 1.800 kg 1.750 kg
Velocità 243 km/h 241 km/h 240 km/h 240 km/h 242 km/h 240 km/h
Acc. 0-100 km/h 7,1 secondi 7,1 secondi 7,5 secondi 7,1 secondi 7,4 secondi 7,3 secondi
Consumo 5,8 l/100 km 5,9 l/100 km 5,3 secondi 5,3 l/100 km 4,7 l/100 km 4,7 l/100 km
Prezzo da 47.350 euro da 43.150 euro da 50.750 euro da 50.300 euro da 59.085 euro da 57.393 euro

I pregi

  • Immagine classica e sportiva insieme
  • Piacere di guida superiore (della berlina)
  • Allestimenti molto curati
  • Minore svalutazione media nel tempo

I difetti

  • Prezzi più impegnativi (della berlina)
  • Abitabilità peggiore, soprattutto dietro