Nuova Audi Q5, The Mexican... TEST!

Al suo debutto nel 2008 diventa l'auto più venduta della sua categoria per oltre un anno. Ora però le cose sono cambiate e il magico segmento dei SUV premium è più combattivo che mai, lecito quindi aspettarsi grandi cose dalla nuova Audi Q5. Ed ecco perché dopo il Salone di Parigi non ho perso tempo andandola a provare a casa sua, in Messico, dove viene prodotta, mentre in Europa arriverà nei primi mesi del 2017... Nell'attesa quindi conosciamola meglio nel primo test effettuato con la top di gamma 3.0 TDI da 286 CV!


Com'è


Sembra più bassa rispetto al passato, ma in realtà, come per la Q7, è quasi tutta apparenza. Quasi. Il suo design molto più dinamico e affusolato la schiaccia verso l'asfalto in un bel gioco di nervature che la rendono molto attraente, sia nella vista laterale che fissandola dritta dritta nei fari a matrice di Led (optional), a contorno della griglia single frame modificata. Con le sospensioni ad aria opzionali poi, la presenza della Q5 cambia radicalmente: in posizione "auto" è alta 17,8 cm da terra, un valore che in modalità di guida Dynamic scende di 1,5 cm, mentre sale di 4,5 con quella riservata al fuoristrada. Tutto può essere facilmente visualizzato sul Virtual Cockpit (non di serie) e gestito dalla nuova interfaccia MMI con schermo fisso da 8,3 pollici chiaro e veloce nell'esecuzione dei comandi, gestibili sia dal touchpad che dai soliti e&...