Mercedes GLK 220 CDI 4 Matic Sport, 4 anime in un SUV

Dal caotico traffico di Firenze alle spettacolari cave di marmo di Carrara. Con intermezzo il trasferimento autostradale e quello sulle tortuose strade delle Alpi Apuane. Quattro percorsi differenti in appena 150 km, perfetti per testare la presunta versatilità della Mercedes GLK restyling, dotata del motore e dell'allestimento più "centrati". La piccola off road di Mercedes rinnovata in primavera e che abbiamo già avuto modo di provare sulle Alpi Francesi. Rispetto ad allora a cambiare, oltre alla località, è la protagonista del viaggio, la 220 CDI 4Matic BlueEffiency Sport equipaggiata con il cambio automatico a sette velocità 7G-Tronic. Una versione intermedia destinata a essere una delle più richieste della gamma per l'ottimale compromesso tra prezzo, costi di gestione e prestazioni.

FUORISTRADA ATTENTA AL LOOK

Facciamo conoscenza con la “fuoristrada di lusso di classe compatta” nel centro storico della città natale di Dante. Un’ambientazione di fascino nella quale la linea classica della GLK non sfigura, con il suo design moderno miscelato con sapienza con richiami al passato, quale il profilo dei parafanghi posteriori che ricordano la Ponton del 1953. Salendo a bordo l’impressione è ottima. Gli spazi sono abbondanti, i materiali impiegati di egregia qualità e le finiture impeccabili. Piace pure la plancia, raffinata, pratica e tecnologica. Aspetto, quest’ultimo, che richiede un minimo di pratica prima di partire per scoprire i numerosi dispositivi elettronici presenti e...