L'esclusiva collezione di Zonda e Huayra è visitabile liberamente assieme all'atelier di San Cesario sul Panaro (MO)

Con tutto il fascino che emanano le sue auto e una storia di supercar breve quanto intensa, era nel destino che dovesse nascere a San Cesario sul Panaro (MO) il nuovo atelier Pagani Automobili e il Museo Horacio Pagani, luogo ideale per ripercorrere il mito della giovane Casa italiana e del designer suo fondatore. Appena inaugurata, la nuova struttura composta da area di produzione delle hypercar e museo aperto al pubblico è stata concepita e realizzata da Horacio Pagani e dal suo team, compreso il figlio Leonardo Pagani che si è ispirato nei materiali e nelle forme alla bottega artigiana creata da Leonardo Da Vinci. All'interno del Museo Horacio Pagani ci sono molti esemplari della Zonda a partire dal 1998, comprese le iconiche Zonda Cinque, ma anche la Zonda R e alcune Pagani Huayra che messe assieme rappresentano una collezione unica al mondo e visibile solo qui, nella patria modenese delle belle auto.


Architetture da piazza italiana


Il nuovo atelier di produzione di Pagani Automobili sorge alle spalle del Museo e ne condivide architetture e materiali costruttivi, compreso il mattone anticato, con in più il legno, il ferro, l'acciaio e il vetro. All'interno del rinnovato stabilimento c'è il reparto dei materiali compositi, il laboratorio di finitura della carrozzeria, le nicchie per hypercar in versione speciale e la zona del controllo qualità, il tutto inserito in un ambiente che, come una tipica piazza italiana, ha archi rinascimentali, lampioni, isole verdi, pavimentazione a sampietrini e una torre dell'orologio che scandisce le ore di produzione al rintocco di una campana firmata da Ecat. Per ridurre l'impatto ambientale dell'intera fase produttiva è stato creato un impianto fotovoltaico, uno per la depurazione delle acque, l'illuminazione full LED e un sistema di energy management per monitorare i consumi di energia da fonti rinnovabili.


In fabbrica su prenotazione


Horacio Pagani, fondatore dell'azienda modenese e Chief Designer Pagani Automobili parla così della propria esperienza e della realtà produttiva messa in piedi dal nulla: "I sogni e la passione sono l'energia dei nostri giorni. Fin da quando ero bambino, in Argentina, ho sognato di venire in Italia, a Modena dove nascono le macchine più belle al mondo. Il sogno mi ha permesso di vedere i tanti ostacoli come sfide da superare, con determinazione e fatica, e come opportunità di crescita e arricchimento." Il Museo Horacio Pagani è aperto dal lunedì al venerdì dalle 10:00 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 17:00 ed è visitabile liberamente o con prenotazione insieme al tour della fabbrica. La visita in fabbrica, che costa 35 euro a persona, è prenotabile sulla pagina booking del sito Pagani o inviando una email a paganitour@modenatur.it.



Museo Horacio Pagani




La prima Zonda del 1998, più la Zonda Cinque, la Zonda R e le Huayra in esemplare unico. Ecco l'incredibile collezione visibile al Museo Horacio Pagani.

Museo Horacio Pagani, apre lo scrigno dei gioielli

Foto di: Fabio Gemelli